Presidio Polizia municipale, Cantori (Cna): «Un passo importante per la sicurezza»

Soddisafatta la Cna del provvedimento, il segretario Andrea Cantori: «Commercianti, artigiani e cittadini chiedevano da tempo più sicurezza». Il presidio nascerà all'inizio del 2019 nell’area del capolinea degli autobus, vicino alla biglietteria

ANCONA – «Il presidio fisso dei vigili urbani al Piano è un passo importante verso la direzione giusta. Commercianti, artigiani e cittadini chiedevano da tempo più sicurezza». Soddisfatto Andrea Cantori, segretario Cna Ancona, della decisione dell’Amministrazione di aprire un presidio fisso dei vigili urbani in piazza Ugo Bassi, in coordinamento con il vigile di quartiere. Una soluzione che la Cna aveva chiesto da tempo all’Amministrazione, tant’è che ne aveva fatto uno dei suoi cavalli di battaglia nel progetto di ampio respiro che l’associazione ha chiamato “anconafutura”.

Andrea Cantori, segretario Cna Ancona

Il presidio fisso aprirà all’inizio del 2019 in piazza Ugo Bassi, nell’area del capolinea degli autobus, vicino alla biglietteria. «Si tratta – dice Andrea Cantori, segretario Cna Ancona – di un provvedimento ampiamente atteso e da più parti invocato, un passo importante per aumentare la percezione di sicurezza da parte dei tanti commercianti e artigiani presenti in una zona, come quella del Piano, che conta varie complessità, tra cui, appunto, quella legata al tema della sicurezza, ma anche forti potenzialità.

Nel corso dell’anno in diversi incontri svoltisi in Cna, gli associati, anche in seguito a ben noti fatti di cronaca, avevano messo in luce la necessità di avere questo presidio, necessità condivisa non solo dalla Cna stessa, ma anche da tutte le altre associazioni e dai comitati che presidiano il Piano. Una presenza delle forze dell’ordine in maniera stabile, era stata individuata come l’unica soluzione possibile per rassicurare cittadini e imprenditori. Questa scelta, unitamente al ritorno del vigile di quartiere, porterà sicuramente tanta tranquillità in più in una zona che ne ha davvero bisogno».