Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona, al posto dell’ex Ipc nascerà un supermercato

Sediari: «Il punto vendita aprirà tra tre anni». Rubini (AIC): «Ennesimo edificio commerciale per incassare soldi facili e subito disponibili»

ANCONA – L’Istituto professionale per il commercio di via della Montagnola, frequentato da decine di generazioni di studenti, verrà rimpiazzato da un supermercato. Mercoledì 7 ottobre è iniziata la demolizione dell’istituto, chiuso quindici anni fa e da allora simbolo di abbandono e degrado.

Pierpaolo Sediari

Rispondendo ad un’interrogazione del consigliere Francesco Rubini (Altra Idea di Città), sulle «dimensioni del nuovo punto vendita, i tempi di realizzazione e su eventuali oneri di urbanizzazione che verranno incassati dal Comune», il vicesindaco Pierpaolo Sediari ha spiegato che «l’edificio commerciale avrà una superficie di vendita di 1.292,38 metri quadrati su una superficie utile complessiva di 5.562,60 mq. La durata dei lavori prevista è di tre anni, a partire dall’inizio dell’intervento. Gli oneri di urbanizzazione primaria sono pari a 131.878,05 euro, gli oneri di urbanizzazione secondaria a 154.983,95 euro. Il contributo sul costo di costruzione è di 66.596,48 euro».

Francesco Rubini

«Purtroppo per l’ennesima volta – ha replicato Rubini – per incassare soldi facili e subito disponibili questa Amministrazione rinuncia a provare a progettare un futuro diverso di riqualificazione vera dei nostri quartieri. Basti pensare a cosa è successo negli ultimi anni alla Baraccola e a Vallemiano, dove sono nati tantissimi supermercati. Adesso tocca alla Montagnola. La proliferazione dei centri commerciali e dei supermercati ha un effetto negativo. Sono attrattori di traffico e non si capisce quali esigenze vadano a soddisfare, vista la loro presenza in gran numero in uno spazio chilometrico molto ridotto. Questa città avrebbe bisogno di tutt’altro, anziché di continuare ad insistere sui grandi centri commerciali».