Ancona, picchiata dal compagno va in ospedale. Lui la raggiunge e le rompe il naso

Immediato l'intervento delle volanti, avvertite dagli utenti del Pronto Soccorso di Torrette. In manette G.D., un 19enne anconetano, che si trova agli arresti domiciliari in attesa dell'udienza di convalida

Volanti (Polizia di Stato)

ANCONA- Va al Pronto Soccorso dopo essere stata picchiata dal compagno, lui la raggiunge e continua a prenderla a botte fino a romperle il naso. In manette G.D., un 19enne di Ancona.

È successo ieri sera, 29 ottobre, intorno alle 21, al pronto soccorso dell’ospedale di Torrette. La ragazza era al nosocomio per ricorrere alle cure mediche, viste le lesioni procuratele dal giovane poco prima in casa, a seguito di un litigio. Il 19enne, imperterrito, ha raggiunto la compagna e ha continuato a picchiarla di fronte agli utenti del Pronto Soccorso, che hanno subito contattato la polizia.

All’arrivo delle volanti, il giovane si sarebbe nascosto tra le vetture parcheggiate all’esterno dell’ospedale, ma senza successo. Preso dagli agenti è finito direttamente in manette per lesioni aggravate dall’uso d’arma. Infatti il 19enne aveva appositamente indossato un anello sporgente per provocare più dolore nella donna. Ora si trova agli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa dell’udienza di convalida.
La giovane donna ha riportato fratture al setto nasale, tumefazioni ed escoriazioni al viso, lesioni guaribili in 30 giorni.