Sabato 19 maggio performance itinerante al Museo Tattile Statale Omero con gli attori dell’Uici

Saranno attori non vedenti e ipovedenti a dare voce alle statue. Per l’entusiasmante spettacolo “Una Notte al Museo, se le statue potessero parlare”, sono previsti due turni: uno alle 21 e l'altro alle 22. L'ingresso è libero ma è necessaria la prenotazione

Museo Tattile Statale Omero (Foto: Uici)
Museo Tattile Statale Omero (Foto: Uici)

ANCONA- Una performance itinerante tra le sale del Museo Tattile Statale Omero dove saranno le statue a raccontare i loro ricordi, sogni ed emozioni tra vanità e ironia. E così, i visitatori potranno scoprire quanto può essere civettuola la Venere di Milo, vanitosa la cupola di Santa Maria del Fiore, scocciato il David di Michelangelo e in crisi d’identità l’imperatore Augusto. A dare voce alle opere scultoree saranno attori non vedenti e ipovedenti dell’Uici Ancona. L’appuntamento è per sabato 19 maggio in occasione della Notte dei Musei 2018. L’entusiasmante spettacolo “Una Notte al Museo, se le statue potessero parlare”, è organizzata dalle volontarie del, Servizio Civile Nazionale in collaborazione con gli attori dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Ancona. L’iniziativa rientra nei festeggiamenti in corso per il 25esimo anniversario del Museo Tattile Statale Omero.

Sabato 19 maggio sono previste due performance itineranti: il primo turno è alle 21, il secondo alle 22. L’ingresso è libero, ma è obbligatoria la prenotazione al numero 071.2811935 o inviando una mail didattica@museoomero.it. Tra gli attori di questo interessante spettacolo anche la vicepresidente della sezione Uici di Ancona, Stefania Terrè. «Daremo voce alle statue, attraverso un’esibizione leggera e divertente. Il percorso è costituito da piccoli gruppi e durerà circa 20 minuti» afferma. Oltre a Stefania Terrè, gli attori protagonisti dell’esibizione saranno: Lucrezia Violante, Barbara Roefaro, Luciano Carnevali, Daniele Casarola, Maurizio Mazzieri e Valentino Magnanelli.