Casa del Materasso Jesi
Casa del Materasso Jesi
Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Garden Europa Azienda Florovivaistica
Garden Europa Azienda Florovivaistica

Ancona, il percorso per ciechi è un colabrodo. E salta il progetto in piazza Cavour

Per l'adeguamento della piazza, due anni fa, erano stati stanziati 100mila euro. Ora, il pvc si solleva in tutto il perimetro della piazza

Il percorso che non c'è

ANCONA – Cechi e ipovedenti: in piazza Cavour, salta il percorso dedicato. Il pavimento per ciechi e ipovedenti era stato posizionato qualche anno fa, a seguito del restyling della piazza in stile liberty.

Ingenti i fondi stanziati per la realizzazione del percorso pedonale, che ora, però, sta cominciando a perdere i pezzi. Mese dopo mese, le mattonelle di plastica posizionate sulla carreggiata e sui marciapiede stanno continuando a rompersi e a staccarsi dal suolo.

In piazza Cavour, sul lato di via Salomone, dove c’è il capolinea dei bus, sono accatastati da giorni alcuni pezzi di plastica che si sono sollevati da terra. Gli stessi ˈpezzi di plasticaˈ che si sarebbero rivelati utili alle persone cieche e ipovedenti.

L’idea originaria era di collegare tutto il periodo di piazza Cavour con l’ingresso del Municipio, in largo XXIV Maggio, di fronte all’edificio delle Poste. L’esperimento – si potrebbe dire – era pure riuscito. Peccato che è durato poco.

Due anni fa, ammontavano a 100mila euro i fondi disponibili l’eliminazione delle barriere architettoniche e il conseguente adeguamento con la pavimentazione Loges. Una pavimentazione tattile, questa, che fa parte di un vero e proprio linguaggio (come il codice Braille sulle confezioni dei faramci, ndr).

Impronte riportate sulla pavimentazione, riconoscibile da parte dei non vedenti attraverso il senso tattile plantare, il senso cinestesico, o grazie al lungo bastone bianco e rosso che alcuni degli ipovedenti usano negli spostamenti.

Il progetto del Comune era stato approvato ad ottobre del 2020. I lavori erano stati affidati, come di consueto, solo al termine dell’iter burocratico. Il progetto avrebbe avuto l’ambizioso fine di «consentire alle persone con disabilità visiva di orientarsi anche senza bisogno di apposite indicazioni».

Che ne è, oggi, di quegli attraversamenti pedonali? Beh, basta fare un giro ai bordi della centralissima piazza Cavour per rendersi conto della situazione e vedere persino la colla gialla che avrebbe dovuto fissare al suolo il percorso Loges. Colla che pare sia servita a poco.

Il pvc si solleva in più punti. Non solo tra piazza Cavour e via Salomone: il Loges si solleva anche all’incrocio tra piazza Cavour, corso Mazzini e via Calatafimi, nonché dalle parti di corso Stamira. Zone, queste, davvero molto frequentate da normodotati e ipovedenti, dato che alcuni degli autobus (extra) urbani fanno capolinea proprio lì, all’ombra di piazza Cavour.

agrturismo il gelso fabriano
Centauro Dorico