Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona: all’Orto Botanico di Gallignano è di scena il Teatro Selvatico

Il teatro si ama, si vive, si crea. E si fa. Lo sanno bene quelli dell’associazione culturale “I Trucioli Aps”, nata nel 2002, con la sua proposta alternativa di Teatro Selvatico. Li abbiamo intervistati

ANCONA – Il teatro si ama, si vive, si crea. E si fa. Lo sanno bene quelli dell’associazione culturale “I Trucioli Aps”, nata nel 2002 ad Ancona, con la sua proposta alternativa di Teatro Selvatico. Cosa sia esattamente questo teatro nato dalle evocazioni di un particolare ambiente, con le sue storie, tradizioni, ricordi, immagini e presenze, suoni di natura…lo scopriremo domenica 1 agosto grazie all’iniziativa “La Domenica alla selva” con I Trucioli, inserita nell’ambito degli eventi all’Orto Botanico “Selva di Gallignano” di Ancona. L’appuntamento è per le 18 nello splendido scenario dell’area verde di Gallignano, curata dal Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali dell’Università Politecnica delle Marche. Qui si entrerà nel clou del Teatro selvatico, con una sgambata a contatto dell’ambiente naturale, nel rivedere il rapporto individuale con il mondo attraverso le provocazioni dell’improvvisazione teatrale de I Trucioli.


Teatro selvatico, cos’è?
«Il Teatro selvatico, che facciamo da 10 anni, è un tipo di teatro capace di suscitare sensazioni ed emozioni nel contatto con la natura – spiega Gemma Scarponi della Compagnia I Trucioli – la natura coglie lo spettatore, lo spettacolo lo stimola a stare in ascolto. Si basa molto sull’improvvisazione teatrale, dove lo spettacolo vero è proprio la natura stessa. Grazie ai contesti naturali in cui ci esibiamo, si sollecita la dimensione poetica e la fantasia, così importante soprattutto se i fruitori sono i ragazzi. un’occasione di condivisione tra le persone».

Condizione necessario di questa forma di teatro così originale è lo spazio aperto?
«Esatto. La selva di Gallignano oggi, ma prima della pandemia anche Agugliano, Castelbellino, Ancona, Camerata Picena, Chiaravalle, Senigallia…ci siamo esibiti ovunque ci fosse un teatro naturale che si offre allo spettatore in tutta la sua bellezza. Oggi gli spazi aperti sono una necessità per via della pandemia – conclude Gemma Scarponi – ma noi avevamo individuato la natura come scenario e protagonista molti anni fa».

In che consiste dunque l’appuntamento di domenica?
«La passeggiata teatrale proposta dalla nostra Compagnia verrà condotta in modo da valorizzare le relazioni con l’ambiente, concentrando l’attenzione del pubblico sulla qualità del passo, sulle presenze vegetali, sulle voci della natura, i rumori e le suggestioni in un ambiente splendido come quello della Selva. Durante il percorso gli attori proporranno momenti teatrali che animano lo sfondo della Selva con racconti e impressioni che mettono l’accento sulla godibilità e poesia di questo spazio naturale».
Info: www.gemmateatroselvatico.comwww.teatrotrucioli.it

Exit mobile version