Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Obbligo vaccinale, decreto in vigore. Green pass base e Super per lavoro e attività: ecco le date

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale entra in vigore da oggi la nuova stretta che introduce l'obbligo vaccinale per gli over 50. Il calendario con le nuove misure

Immagine di repertorio

ANCONA – È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed è in vigore da oggi – 8 gennaio – il nuovo decreto, varato dal Consiglio dei ministri che impone una ulteriore stretta sui non vaccinati contro il Covid, per assottigliare la quota di popolazione non immunizzata.

Una stretta che introduce l’obbligo vaccinale per gli over 50 e il divieto d’accesso ai luoghi di lavoro senza Super Green pass per questa fascia d’età. Ma quali sono i tempi? Innanzi tutto va precisato che la prima dose va fatta entro il primo febbraio.

Obbligo vaccinale per gli over 50

Dal primo febbraio 2022 per chi non è in regola (lavoratori e non) con l’obbligo vaccinale e ha più di 50 anni, scatta una sanzione che dovrebbe ammontare a 100 euro una tantum e che sarà irrogata dall’Agenzia delle Entrate, tramite l’incrocio dei dati della popolazione residente con quelli delle anagrafi vaccinali.

Unici esenti, coloro che per condizioni cliniche non possono vaccinarsi e sono in possesso di certificato medico. Nel caso in cui si contragga l’infezione da Covid questa fa scattare lo slittamento dei tempi della vaccinazione, ovvero 6 mesi.

Super Green pass

L’obbligo di Super Green pass per tutti i lavoratori del settore pubblico e privato oltre che per i liberi professionisti dai 50 anni in su parte dal primo febbraio 2022, per questo la vaccinazione va eseguita entro il 31 gennaio così da ricevere il pass in tempo utile, dal momento che viene rilasciato dopo 15 giorni. Dal 15 febbraio tutti i lavoratori in questa fascia d’età sono tenuti a possedere ed esibire il Super Green pass per accedere ai luoghi di lavoro.

Le sanzioni

La sanzione per i lavoratori pubblici e privati e i liberi professionisti non vaccinati va da 600 a 1.500 euro nel caso di accesso ai luoghi di lavoro senza certificazione verde rafforzata (ovvero quella rilasciata solo con vaccinazione e guarigione dal Covid).

Inoltre chi viene sorpreso sul posto di lavoro sprovvisto del Super Green pass, dal 15 febbraio 2022 sarà considerato assente ingiustificato e verrà sospeso senza stipendio né altre remunerazioni (con diritto alla conservazione del lavoro).

Il Green pass base per le attività, ecco da quando

Dal 20 gennaio invece e fino al 31 marzo 2022, sarà obbligatorio avere il Green pass base – che si ottiene anche con l’esito negativo del tampone -, per accedere alle attività di servizi alla persona, come parrucchieri, estetiste.

Dal primo febbraio al 31 marzo 2022, obbligo di Green pass base, anche per accedere agli uffici pubblici, come servizi postali, bancari e finanziari, oltre che attività commerciali. 

Chi viola le norme e viene sorpreso senza il Green pass base o Super Green pass, in queste attività scatta una sanzione da 400 a 1.000 euro, che viene applicata al cliente e al titolare tenuto al controllo.