Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona-Osimo

Promozioni Cose di Casa Jesi
Promozioni Cose di Casa Jesi

Ancona, alle Muse la Frittelli Maritime spegne centoventi candeline

Il presidente Alberto Rossi, nell'occasione, ha presentato il progetto Eagle che prevede il recupero e la riqualificazione dell'ex area portuale dei silos

Alberto Rossi sul palco delle Muse

ANCONA – In un Teatro delle Muse pieno in ogni ordine di posti la Frittelli Maritime Group ha festeggiato oggi, insieme alla città di Ancona e a tanti invitati giunti anche da fuori, i suoi centoventi anni di storia. Veronica Gentili, giornalista e conduttrice di Rete4, ha presentato la serata dello storico compleanno con cui l’azienda ha spento le centoventi candeline, cominciando dai saluti istituzionali della sindaca di Ancona Valeria Mancinelli, e proseguendo con Alberto Rossi, presidente di Frittelli Maritime Group e padrone di casa. Poi la presentazione del progetto Eagle di riqualificazione dell’ex area portuale dei silos. «La Frittelli Maritime è un pezzo importante della storia di questa città che si sta confrontando con le sfide del terzo millennio – ha detto la sindaca Mancinelli –, sfide complesse ma possibili, ineludibili, da affrontare con entusiasmo e con la convinzione di poterle vincere. Perché questo accada servono la forza, la capacità, le imprese, le istituzioni, perché se non c’è cooperazione non si può vincere».

È stato poi il turno di Alberto Rossi intervistato da Veronica Gentili, subito dopo il video che attraverso numerose testimonianze ha raccontato la storia del gruppo nato nel 1986 dalla fusione della Frittelli spa e della Maritime Agency spa: «Sono centoventi anni che conosco parzialmente – ha raccontato –, sono venuto a conoscenza di alcune situazioni che neanche immaginavo soltanto quando ho visto il video. Ma tutti questi anni sono legati da un fil rouge che ci ha accomunato, è nel nostro dna, ci sono aspetti che colgo delle immagini del 1903 e riconosco anche oggi. Sono orgoglioso di una società che ha saputo affrontare anche momenti difficili. Il porto di Ancona, da quando sono arrivato, ha attraversato guerre, 11 settembre, crisi economica. Ma un bravo timoniere bada sempre a surfare l’onda e noi ci siamo plasmati guardando in direzione di quello che voleva il futuro, e lo abbiamo anche anticipato».

Sono intervenuti alla festa con i loro interventi anche Francesco Acquaroli, presidente della Regione Marche, Vincenzo Garofalo, presidente dell’autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale, Pierluigi Bocchini, presidente di Confindustria Ancona, Edoardo Rixi, viceministro delle infrastrutture e dei trasporti, Maurizio Lupi, ex ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Massimo Deandreis, direttore generale Srm, centro studi collegato al gruppo Intesa Sanpaolo, Silvia Paparella, membro dell’Accademia Pontificia, Gian Luca Gregori, rettore dell’Università Politecnica delle Marche, Rossana Cintoli, direttore generale Arpa Marche, Giorgio De Rita, segretario generale del Censis e Nicola Saldutti, caporedattore economia del Corriere della Sera.

Casa del Materasso Jesi