Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Movida, droga e alcool: stretta del prefetto di Ancona

Il prefetto Antonio D'Acunto ha disposto l'intensificazione dei controlli sul fronte del rispetto del distanziamento sociale. Attenzione anche alla vendita di alcolici ai minori. I controlli fra Ancona e il litorale

Il Prefetto di Ancona Antonio D'Acunto (immagine di repertorio prima della pandemia)

ANCONA –  Prosegue la stretta sulla movida e sul rispetto delle misure anticontagio disposta dal prefetto di Ancona Antonio D’Acunto per la stagione estiva. In seguito all’incontro di coordinamento con i vertici delle forze di polizia, il prefetto ha deciso di continuare i controlli messi in campo nel territorio nei weekend potenziandoli con altri controlli per verificare il rispetto del distanziamento sociale, sia ad Ancona che nelle città del litorale, interessate in questo periodo dai flussi turistici.

In collaborazione con le polizie locali, verranno passati al setaccio i locali per il controllo della somministrazione di alcolici ai minori. La polizia stradale invece intensificherà il monitoraggio sul fronte del rispetto del codice della strada sulle principali arterie viarie. Faro puntato anche contro lo spaccio di sostanze stupefacenti e la repressione dei reati predatori.