Ancona-Osimo

Ancona: molestie ad una ragazza, intervento della Polizia al Piano

La donna si era barricata all'interno di un ascensore, l'uomo è stato individuato dagli agenti mentre cercava di nascondersi sotto le auto in sosta

Volanti della polizia di Ancona
Foto d'archivio

ANCONA -La scorsa notte, la locale Sala Operativa della Questura inviava le Squadre Volanti  in Zona Piano in quanto era stata segnalata la presenza di una ragazza che chiedeva aiuto, citofonando con insistenza agli inquilini di uno stabile, in quanto un uomo la stava molestando. Giunti immediatamente sul posto gli Agenti operanti  notavano  la sagoma di un uomo che si stava allontanando nell’ombra andandosi ad infilare in un cortile chiuso adiacente lo stabile interessato. Mentre gli Agenti di una Volante, entrati nel palazzo, verificavano la presenza della ragazza, che si era barricata all’interno dell’ascensore, gli operatori dell’altra Squadra, si erano messi alla ricerca dell’uomo. La ragazza, di circa 29 anni, non residente ad Ancona,  riferiva di essere stata molestata da un uomo , del quale forniva una sommaria descrizione fisica, l’aveva molestata costringendola a cercare rifugio all’interno di quello stabile. La  descrizione dell’uomo ricevuta dai colleghi permetteva agli operatori della seconda Squadra Volante di individuarlo, mentre cercava di nascondersi sotto una delle auto in sosta nei pressi di quello stabile. L‘uomo vedendosi scoperto cercava di scappare ma veniva prontamente bloccato, nonostante questi avesse messo in atto iniziative poste ad ostacolare l’operato degli Agenti. Veniva identificato per un cittadino dell’Europa dell’Est, di circa 30 anni. 

Mentre la ragazza veniva affidata ai sanitari del 118 intervenuti sul posto che la trasportavano al Pronto Soccorso, l’uomo veniva condotto presso gli Uffici della Questura per gli ulteriori accertamenti del caso. 

Dalle attività svolte si appurava che i fatti precedentemente narrati dalla ragazza erano stati da lei sminuiti e che comunque si riservava l’eventuale denuncia. Pertanto, l’uomo veniva deferito all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà per molestie, per resistenza a P.U. e contravvenzionato per ubriachezza.

© riproduzione riservata