Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona, il Ministro Lamorgese con i parenti delle vittime di Corinaldo: «Chiediamo giustizia». Poi il focus sulla sicurezza

Presenti i familiari di quattro delle persone che hanno perso la vita quella tragica notte e i rappresentanti del Comitato Genitori Unitario. All’incontro anche il presidente del Consiglio regionale delle Marche Antonio Mastrovincenzo

Il ministro Lamorgese ad Ancona. In prefettura ha incontrato i parenti delle vittime della Lanterna Azzurra

ANCONA- Il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha incontrato questa mattina, mercoledì 19 febbraio, in Prefettura ad Ancona i parenti delle vittime della discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo. Una strage dove, nella notte tra il 7 e l’8 dicembre 2018, morirono cinque adolescenti e una madre  di 39 anni nella calca provocata dal fuggi fuggi generale e generata dagli spruzzi di spray al peperoncino. Presenti i familiari di quattro delle vittime e i rappresentanti del Comitato Genitori Unitario. Da tutti una richiesta, quella di fare giustizia. All’incontro ha preso parte anche il presidente del Consiglio regionale delle Marche Antonio Mastrovincenzo.

«Un incontro importante quello con Lamorgese, una donna eccezionale. Mi sento di ringraziarla a nome di tutti. Chiediamo giustizia ora, capire le responsabilità. E su questo tema Lamorgese ci è stata molto vicina e chiara nella sua intenzione di arrivare come tutti alla verità», ha detto Luigina Bucci, presidente del Comitato Genitori Unitario che sta lavorando per il Codice Etico rivolto ai locali. Inoltre si chiede che l’8 dicembre (giorno della tragedia) diventi una data non solo regionale ma anche nazionale per un “divertimento sicuro” a tutela delle nuove generazioni.

Al termine il ministro dell’Interno ha partecipato insieme al capo della polizia Franco Gabrielli, alla riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza, convocato dal prefetto Antonio D’Acunto.

La strage della Lanterna Azzurra
Emma Fabini, 14 anni, Asia Nasoni, 15 anni, Benedetta Vitali, 15 anni, Mattia Orlandi, 15 anni, Daniele Pongetti, 16 anni e Eleonora Girolimini, 39 anni: sono le sei persone che la notte tra il 7 e l’8 dicembre 2018 hanno perso la vita nella discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo. Il 15 marzo 2019, sempre ad Ancona, i familiari delle vittime avevano incontrato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

La presenza del Ministro Lamorgese era stata inizialmente annunciata lo scorso 8 dicembre, in occasione de ‘L’8 per il Futuro’, la giornata di iniziative organizzata per commemorare le sei vittime della tragedia. Il Ministro, assente per impegni istituzionali, aveva comunque rinnovato la sua disponibilità ad incontrare i parenti delle vittime.