Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Mascherine obbligatorie e divieto di assembramenti fino al 31 luglio. Ecco il nuovo Dpcm

Il nuovo Decreto conferma le principali misure anti covid, introducendo alcune novità, come i contenitori monouso a bordo dei voli e reintroducendo la ristorazione sui treni a lunga percorrenza. Tutte le novità

aereo
Aereo che decolla (Foto di Martin Winkler da Pixabay)

ANCONA – Mascherina ancora obbligatoria nei luoghi chiusi, torna il trolley in cabina (a bordo degli aerei) e la ristorazione sui treni, confermate le misure di distanziamento sociale e di divieto di assembramento. È quanto prevede il nuovo Dpcm (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) che proroga al 31 luglio, le principali misure anti covid, introducendo alcune novità. Confermato l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi, facendo attenzione a coprire sia naso che bocca, e confermati anche distanziamento sociale e divieto di assembramento. Visto il dilagare dei casi di infezione da coronavirus nel mondo, il Dpcm varato il 14 luglio interviene anche sui collegamenti con i paesi esteri confermando il blocco degli ingressi da aeroporti, porti e stazioni, per chi proviene da 13 Stati extra Schengen: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana.

Gli italiani che si trovano in questi Paesi possono rientrare in Italia ma dovranno restare in quarantena per 14 giorni, così come anche chi arriva dagli Stati Uniti. L’ingresso per motivi di lavoro consente invece la possibilità di rimanere per cinque giorni senza l’obbligo della quarantena, ma gli stranieri dovranno registrarsi e comunicare la loro presenza alle Aree Vaste.

Fra le novità introdotte dal Dpcm ci sono i contenitori monouso a bordo degli aerei, dove riporre gli indumenti in modo da evitare promiscuità, e torna la possibilità di portare il trolley in cabina. Sui mezzi di trasporto viene introdotto l’obbligo ci cambiare la mascherina chirurgica ogni 4 ore. In aereo resto l’obbligo del distanziamento fra passeggeri.

health, safety and pandemic concept - young woman wearing protective medical mask

La mascherina andrà ancora indossata nei luoghi pubblici al chiuso e in quelli all’aperto dove non è possibile mantenere il distanziamento sociale di almeno un metro, facendo attenzione a coprire naso e bocca.  Protezione facciale obbligatoria anche quando si è in fila o si entra in un ufficio, in un negozio, in banca, in un locale, dal parrucchiere, così come quando si entra in un bar o in un ristorante o ci si alza dal tavolo. Un obbligo che non riguarda solo i clienti, ma anche per il personale. Protezione da indossare anche all’ingresso delle palestre e dei centri estetici.

Sui treni a lunga percorrenza torna il servizio ristorazione a bordo con la consegna al posto di alimenti e bevande posti in contenitori sigillati e monouso. Confermate le misure di sanificazione previste a bordo di treni, aerei e navi dove dovranno essere messi a disposizione dispenser con gel disinfettanti a base alcolica e dovrà essere misurata la temperatura corporea: chi supera i 37,5 gradi non potrà salire a bordo così come chi ha sintomi di infezioni respiratorie. Un’altra novità introdotta riguarda il distanziamento fra i passeggeri: i non conviventi sui treni a lunga percorrenza potranno viaggiare più vicini (a meno di un metro), a patto che siano garantite misure di sicurezza come il ricambio d’aria e il rinnovo della mascherina ogni quattro ore.

Prorogata fino al 31 luglio la riapertura delle discoteche, un provvedimento che però non interessa le Marche, dove il governatore Ceriscioli aveva già consentito la riapertura dal 19 giugno scorso