Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona, senza mascherine e Green pass: sigilli a un locale di Vallemiano trasformato in night club

A disporre la chiusura per 5 giorni è stata la squadra amministrativa di sicurezza della Questura di Ancona. Due poliziotti si erano finti clienti del locale

ANCONA – Serrande giù per un locale di Vallemiano per violazione delle norme di contenimento del Covid-19, ma i poliziotti giunti sul luogo scoprono anche che il locale era stato trasformato in un night club. A disporre la chiusura per 5 giorni è stata la squadra amministrativa di sicurezza della Questura di Ancona. I poliziotti, fingendosi clienti del locale, hanno scoperto che al suo interno né il barista, né il titolare, né gli altri dipendenti indossavano la mascherina.

Non solo, ai due finti clienti, i poliziotti, non è stato chiesto il Green pass al momento dell’ingresso nel locale. I poliziotti hanno posto i sigilli al locale, con sgombero dei presenti, mentre nei confronti del titolare del Club, un 64enne è scattata la sanzione amministrativa di 400 euro.

In seguito ad ulteriori accertamenti, i poliziotti hanno scoperto che nonostante il titolare fosse in possesso solo di una licenza per somministrazione di alimenti e bevande, il club era stato trasformato in un night, senza licenza per pubblico spettacolo.

La Questura di Ancona

All’interno c’erano tre ragazze straniere ad intrattenere i clienti: una parte del locale era stata allestita con piccole stanze “Privé” con all’interno dei divanetti e tavolini che servivano per ospitare i clienti e consentire loro di trascorrere in privato dei momenti con le ragazze, momenti per i quali dovevano pagare una consumazione maggiorata.

Nel locale erano state posizionate luci soffuse, impianto stereo con musica da intrattenimento e luci stroboscopiche di vari colori. Al titolare il personale della squadra amministrativa ha contesto anche la mancanza di licenza per pubblico spettacolo – art. 666 CP (che prevede una sanziona amministrativa da euro 258 a 1549 e la cessazione dell’attività).

La polizia invierà gli atti al Comune di Ancona, per valutare l’eventuale gestione abusiva de locale citato in assenza di agibilità. Lo stesso locale i primi di ottobre del 2021 era stato chiuso per venti giorni dal Questore di Ancona, per una violenta rissa che aveva coinvolto alcune persone rimaste ferite e furono trovate riverse in strada, sanguinanti, quasi tutte gravate da precedenti penali e di polizia per reati gravi.

Exit mobile version