Manutenzione strade e scuole, Tombolini: «Pochi soldi alla Provincia di Ancona»

Il capogruppo di 60100 denuncia che «sono stati destinati poco più di 1,5 milioni di euro. Ultima tra le quattro province marchigiane, dimostra che sia davvero poco considerata anche a livello nazionale»

Stefano Tombolini, consigliere 60100

ANCONA – «La ripartizione dei 250 milioni assegnati dalla legge di Bilancio 2019 alle Province per la manutenzione di strade e scuole e la loro messa in sicurezza relega la Provincia di Ancona all’ultimo posto nelle Marche». Stefano Tombolini, capogruppo di 60100 e candidato del centrodestra ad Ancona alle ultime elezioni amministrative, denuncia che «alla Provincia di Ancona sono stati destinati poco più di 1,5 milioni di euro».

In Conferenza Stato-Città-Autonomie locali è stata raggiunta l’intesa che dà il via libera al decreto del Ministero dell’Interno di concerto con i Ministeri dell’Economia e delle Infrastrutture che ha stanziato 250 milioni di euro annui per gli anni dal 2019 al 2033, da destinare al finanziamento di interventi per la sicurezza a valenza pluriennale.

L’art. 1, comma 889, della legge di Bilancio 2019 (legge 145/2018) recita: «Alle Province delle regioni a statuto ordinario è attribuito un contributo di 250 milioni di euro annui per gli anni dal 2019 al 2033 da destinare al finanziamento di piani di sicurezza a valenza pluriennale per la manutenzione di strade e di scuole».

«Solo 1.561.606 euro per la manutenzione di 850 km di strade provinciali e la sicurezza di decine di scuole sembra davvero troppo poco – denuncia Tombolini –. Alla Provincia di Ancona è stato assegnato solo 1/3 rispetto alla Provincia di Pesaro-Urbino. Ancona è ultima tra le quattro Province marchigiane e ciò dimostra che davvero è poco considerata anche a livello nazionale. Ecco lo spettacolo a cui dovremmo abituarci (guarda foto sotto)».

(Foto di Stefano Tombolini)