Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Maltempo, rinvenuto corpo di un bambino in zona Trecastelli: si tratterebbe del piccolo Mattia

Sono stati i carabinieri a rinvenire il corpo su segnalazione di un cittadino, in un terreno a una decina di km dal luogo in cui era stato strappato dalle braccia della mamma

ANCONA – Rinvenuto in zona Passo Ripe di Trecastelli, il corpo di un bambino, verosimilmente riconducibile al piccolo Mattia Luconi di 8 anni, disperso il 15 settembre in seguito all’alluvione.

A trovare il corpo, da quanto si apprende, sono stati i carabinieri, su segnalazione di una donna, una educatrice di un agrinido ubicato vicino alla zona di ritrovamento del corpo. In stato di decomposizione, il corpo era in un campo adiacente al torrente Nevola, nei pressi di via Santissima Trinità.

Il luogo si trova ad una quindicina di km circa da Ripalta dove era stata rintracciata l’auto su cui Mattia era in viaggio con la mamma per tornare a casa, prima che venisse strappato dalle sue braccia dall’ondata di acqua e fango.

Proprio in questi momenti potrebbe essere in corso l’autopsia all’ospedale di Senigallia per accertare l’identità del corpicino, che a momento del ritrovamento indossava una maglietta verde-gialla compatibile con quella che aveva al momento della scomparsa.

La segnalazione ai carabinieri di Senigallia è giunta attorno alle 15.15. Il corpo era a circa 100 metri dal letto del torrente Nevola, a terra, avvolto nel fango. Mattia è la 12esima vittima dell’alluvione. Si cerca ancora, invece, Brunella Chiù, la 56enne che era in auto con la figlia Noemi di 17 anni (il cui corpo è stato rinvenuto nei giorni scorsi) quando è stata travolta dalla piena.

Per cercare Mattia e Brunella si era attivata una task force ingente costituita da vigili del fuoco, carabinieri, guardia di finanza, soccorso alpino, volontari della Protezione civile, insieme anche ai cani molecolari.