Raffica di malori per il caldo tra Portonovo e Ancona

Un fotografo 30enne si è accasciato al suolo nella baia mentre realizzava un servizio al molo. L'uomo, residente a Senigallia, è stato portato a Torrette. Altra "vittima" della calura un turista inglese che invece cadendo in un locale del centro storico del capoluogo ha sbattuto la testa

Croce Gialla (foto di repertorio)

ANCONA – Le temperature alte continuano a causare malori. Questa mattina (8 luglio) nell’arco di mezz’ora se ne sono registrati addirittura due. A Portonovo si è sentito male un fotografo 30enne di Senigallia. L’uomo stava realizzando un servizio fotografico per una campagna pubblicitaria di una azienda che produce occhiali da sole, quando improvvisamente si è accasciato al suolo.

Il malore intorno alle 10.45 di questa mattina, mentre il professionista si trovava sul molo per realizzare alcuni scatti. Immediatamente intorno al 30enne si è creato un capannello di persone giunte per soccorrerlo. L’uomo è rimasto sempre cosciente. Sul posto è intervenuta la Croce Gialla di Ancona che ha trasportato l’uomo al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Torrette in codice giallo avanzato. Le sue condizioni di salute non destano preoccupazioni.

Un altro malore da caldo è stato registrato sempre questa mattina intorno alle 11.15 da Rosa Cremeria Food al centro storico di Ancona in Corso Mazzini. Questa volta a sentirsi male è stato un turista inglese 65enne che ha avuto un mancamento ed è stramazzato a terra, battendo la testa.

L’uomo è stato soccorso dal personale del bar che lo ha fatto sedere all’ombra e gli ha dato da bere, allertando anche i soccorsi. Il turista, però, ha rifiutato il trasporto in ospedale e dopo essersi ripreso se n’è andato in compagnia della moglie.