Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona, lavoro nero in un auto-lavaggio in via Flaminia: sospesa l’attività

La polizia si è recata nell'esercizio commerciale dove aveva detto di lavorare un ladro, arrestato il 7 gennaio scorso per furto in 4 appartamenti. Sul posto due 30enni senza contratto

Un posto controllo della polizia in via Flaminia ad Ancona

ANCONA- Sospesa l’attività di un auto-lavaggio, lungo via Flaminia: la Squadra Amministrativa e di Sicurezza della Questura di Ancona di seguito all’arresto di un ladro – avvenuto il 7 gennaio – pluripregiudicato, protagonista di tre tentativi di furto e un furto consumato in quattro appartamenti siti in due stabili di via Tronto, ha effettuato un controllo amministrativo presso l’auto-lavaggio dove l’uomo diceva di lavorare.

Al momento dell’accesso, sono stati trovati due giovani cittadini egiziani, entrambi di 30 anni, risultati dai controlli dell’ispettorato del Lavoro di Ancona, lavoratori in nero. L’ispettorato ha quindi emanato il provvedimento di sospensione dell’attività dell’autolavaggio, di cui è titolare intestato ad una cittadina rumena, N.E.R. di 42 anni, pluri-segnalata per lavoro irregolare e sicurezza sul lavoro, violazioni ambientali, falsità ideologica (dall’ispettorato del lavoro di Macerata), violazioni amministrative della normativa Covid-19 (Ispettorato del lavoro di Ancona), violazioni dell’ordine di sospensione dell’attività.

L’esercizio rimarrà sospeso fino a quando la titolare, ai fini della revoca, non provvederà a regolarizzare i lavoratori in questione, assumendoli oltre il pagamento di una multa di euro 2.500. Verranno applicate le ulteriori sanzioni amministrative per lavoro nero.