Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Italia Viva, Psi, civici e Demos insieme. Mangialardi: «Lista laico-progressista»

Ieri ad Ancona Ettore Rosato e Enzo Maraio hanno presentato il simbolo e la lista a sostegno del candidato del centrosinistra per la presidenza della Regione Marche. In corsa ci sono Rapa, Urbinati, Talé, Gitto e Corradini

Ettore Rosato e Enzo Maraio

ANCONA – Maurizio Mangialardi è la persona giusta per governare la Regione. Lo hanno ribadito ieri 1 agosto ad Ancona il coordinatore nazionale di Italia Viva Ettore Rosato e il segretario nazionale del Partito Socialista Italiano Enzo Maraio a margine della presentazione della lista che riunisce le anime di Italia Viva-Psi-Civici e Demos a sostegno del sindaco uscente di Senigallia e presidente Anci Marche.

Presenti anche Franco Belletti per i Movimenti Civici e Mattia Magagnini per Demos, l’assessore regionale Moreno Pieroni, i consiglieri regionali uscenti Boris Rapa, Fabio Urbinati e Federico Talè, oltre all’ex rettore UniCam Flavio Corradini. Nel corso della presentazione è stato trasmesso un video messaggio del candidato alla presidenza della Regione Marche Maurizio Mangialardi.

Maurizio Mangialardi
Maurizio Mangialardi

«Sono molto soddisfatto del lavoro fatto dai partiti e dalla lista civica» commenta Maurizio Mangialadi che non nasconde l’orgoglio per essere riuscito ad ottenere l’appoggio di Italia Viva, partito che solitamente non è schierato con il Pd. Una lista che il candidato presidente ha definito «laico-progressista» e con candidati di «qualità».

Per Ettore Rosato, Mangialardi è una persona che può governare bene.
«Pensiamo che vi sia necessità di esprimere con forza un progetto che possa superare una fase difficilissima per il nostro Paese e anche per le Marche, che è quella successiva al lockdown. Ci vuole un governo regionale in grado di mettere misure poco demagogiche e molto concrete per dare risposte alle famiglie che vedono con preoccupazione il loro futuro».

Enzo Maraio ha sottolineato l’esperienza istituzionale e amministrativa di Mangialardi: «È la persona giusta per affrontare l’importante compito di rendere questa regione più moderna e più efficiente. Mangialardi saprà raccogliere le grandi sfide di modernizzazione e la nuova stagione di riforme che attendono questa regione- ha detto -. Il governo sta mettendo in campo progetti che attendono di essere portati a temine, a partire dalle infrastrutture: la strada dei due mari Fano-Grosseto, la quadrilatero, il potenziamento dell’Aeroporto di Ancona e il potenziamento della rete di trasporti su ferro per connettere meglio le Marche al paese».

Secondo il segretario nazionale del Psi le Marche hanno «bisogno di una visione di sviluppo integrato che favorisca il potenziamento del turismo, il sostegno all’artigianato, più lavoro e incentivi alle piccole e medie imprese che mandano avanti l’economia della regione. La lista che presentiamo oggi sarà determinante per la vittoria del centrosinistra nelle Marche – ha concluso Maraio – e saprà contaminare la coalizione con la giusta dose di riformismo liberale, fondamentale per il governo e lo sviluppo del territorio».

Belletti, Rosato, Maraio e Magagnini

Fra i candidati socialisti in lista nel pesarese ci sono il consigliere regionale uscente Boris Rapa, la responsabile Cna di Fossombrone Mariagrazia De Carolis, l’infermiera Mariateresa Chechile, mentre nell’Anconetano c’è il presidente di AnconaAmbiente Antonio Gitto. Con Italia Viva ci sono invece i consiglieri regionali uscenti Fabio Urbinati(Ascoli Piceno) e Federico Talé (Pesaro Urbino), l’ex sindaco di Recanati Francesco Fiordomo (Macerata), l’ex rettore UniCam Flavio Corradini(Macerata), mentre con i civici c’è il sindaco di Sant’Elpidio a Mare Alessio Terrenzi.
Il termine di chiusura delle liste è il 20 agosto.