Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona, Ippoliti (60100): «Buche in via di Vittorio, frazioni abbandonate»

L'assessore Manarini replica: «La strada sarà probabilmente sistemata nel 2021. L'intervento costerà circa 173mila euro»

Via Giuseppe di Vittorio

ANCONA – Sarà asfaltata forse nel 2021 via Giuseppe di Vittorio (zona Baraccola), ma non c’è ancora una data certa su quando la strada piena piena di buche e crateri, sarà sistemata. La via collega il centro alle frazioni e, oltre alle segnalazioni dei residenti, anche il consigliere comunale di Ancona Arnaldo Ippoliti (60100) denuncia il completo stato di abbandono della strada.

Arnaldo Ippoliti

«Alcuni giorni fa un gruppo di cittadini delle frazioni – dichiara Ippoliti – ha protestato davanti a Palazzo del Popolo, per dire basta al degrado. I residenti delle frazioni, tra cui Sappanico, Montesicuro e Casine di Paterno, denunciano lo stato di abbandono dei luoghi in cui vivono, così come è abbandonata da anni via Giuseppe di Vittorio. Mitragliata dalle buche, è la strada principale per raggiungere dal centro le periferie. Anche i marciapiedi sono in pessimo stato e da trent’anni non sono più oggetto di manutenzione».

LEGGI ANCHE: Ancona, frazioni dimenticate: protesta a Montesicuro. I residenti: «Basta degrado» – VIDEO

Ancona, nuovi crolli a Sappanico. I residenti: «Noi dimenticati dal Comune. Siamo stanchi» – VIDEO

Paolo Manarini, assessore ai Lavori Pubblici
Paolo Manarini

«Per le strade cittadine – risponde Paolo Manarini, assessore ai Lavori Pubblici – ogni anno facciamo una valutazione basata sui numeri del traffico e sul livello di degrado delle vie. Sulla base di ciò, abbiamo già dei preventivi e sappiamo che per via di Vittorio la spesa per l’asfaltatura ammonta a circa 173mila euro. Credo che questo intervento rientrerà nelle valutazioni del programma delle opere pubbliche del 2021».

«Chiediamo una data certa dell’intervento – replica Ippoliti – perché i cittadini sono stanchi. Spero mantenga la promessa di sistemare la strada l’anno prossimo». Sabato scorso i residenti di Sappanico, Montesicuro, Gallignano, ma anche quelli di Collemarino, del Piano e del Centro, hanno protestato davanti a Palazzo del Popolo per dire basta al degrado. «Visto che né il sindaco né gli assessori vengono da noi, – aveva detto Fabio Mecarelli, residente di Sappanico e portavoce della protesta delle frazionisiamo venuti noi da loro. È un gesto simbolico per dire che non abbassiamo la guardia e non molleremo fino a quando la città non sarà più decorosa».