Approvate le tariffe per i servizi comunali. Ecco le novità

Si spenderà molto nel 2019 per asili e mense scolastiche, meno invece nei parcheggi, ma solo per le auto ibride: queste alcune delle decisioni prese dalla giunta dorica

ANCONA– Nessun aumento delle tariffe, anzi da quest’anno le auto ibride pagheranno una tariffa dimezzata per la sosta. La giunta ha approvato le tariffe per i servizi comunali per l’anno 2019 e ha introdotto questa novità per incentivare l’uso delle auto elettriche e ibride. Per usufruire dello sconto del 50%, i proprietari delle auto ibride dovranno pagare con uno dei sistemi elettronici che usa M&P (MyCicero, EasyPark, Telepass Pay).

Ida Simonella, assessore al Porto, Attività produttive, Piano Strategico, Relazioni Internazionali, Trasporti, Conerobus (Foto: Comune di Ancona)
Ida Simonella, assessore al Bilancio

«Non ci sono aumenti rispetto all’anno scorso assicura Ida Simonella, assessore al Bilancio – anzi, per le auto ibride la sosta sarà dimezzata». Il Comune ha deliberato le tariffe per le auto ibride, ma queste saranno in vigore solo tra qualche mese. Se nei settori Centro e Adriatico la tariffa oraria è di 1.20 euro, chi ha un’auto ibrida pagherà la metà, ovvero 60 centesimi. Nei settori Archi e Tiziano lasciare un’ora l’auto costa 90 centesimi, per le ibride il prezzo sarà di 45; nel settore Corso Carlo Alberto la tariffa oraria è 60 centesimi, per le ibride sarà 30.

Gli anconetani continueranno invece a spendere molto per asili, mense scolastiche e matrimoni. Per gli asili nido la retta mensile è identica allo scorso anno, ma oscilla da 320 a 450 euro in base all’orario di uscita. Crescendo, è il tempo della scuola e la quota della mensa scolastica cresce in base alla capacità economica. La retta mensile va da 48.50 a 63.50 euro. Per le famiglie con reddito ISEE fino a 30mila euro la retta è di 48.50 euro; con ISEE da 30.000,01 a 35mila è di 52.50 euro; da 35.000,01 a 45mila è di 57,50 euro, per ISEE oltre 45mila o non residenti 63.50 euro. A tutto ciò si aggiunge la tariffa per il trasporto scolastico: quella annua (corsa singola) è di 180 euro, la corsa doppia costa 250 euro. Altro servizio è il centro estivo e la frequenza con mensa varia da 60 a 300 euro.

Anche sposarsi con rito civile costa. I matrimoni meno costosi sono quelli celebrati nella sede comunale: dal lunedì al venerdì il costo è di 50 euro; il sabato oscilla dai 200 ai 350 a seconda della residenza dei due nubendi, mentre sposarsi di domenica costa tra i 300 e i 400 euro. Decisamente più alte le cifre per chi decide di sposarsi a Palazzo degli Anziani o alla Mole: se si sceglie il sabato il costo va da 500 a 700 euro; mentre la domenica da 600 a 800 euro. Presso l’hotel Excelsior La Fonte: dal lunedì al sabato da 500 a 700 euro, la domenica da 600 a 800 euro. A Marina Dorica, dal lunedì al sabato da 500 a 700 euro. È scaduta invece la convezione del Comune con la Camera di Commercio per celebrare i matrimoni alla Loggia dei Mercanti, dove l’anno scorso un matrimonio poteva costare fino a mille euro. Prezzi alti anche se si vogliono utilizzare le strutture comunali per convegni o altro. Ad esempio per Palazzo degli Anziani, il costo per una giornata intera è di 500 euro (mezza giornata 320 euro), mentre il costo per il teatro delle Muse arriva a 4mila euro.

Pensando invece all’estate, la giunta ha confermato i prezzi della sosta nei parcheggi di Portonovo. Al Lago Grande e alla Torre, in bassa stagione la tariffa oraria sarà 80 cent, la giornata intera (dalle 8 alle 18) 5 euro. In alta stagione la tariffa oraria 1.50 euro, tutto il giorno 11 euro, mezza giornata (dalle 8 alle 13 e dalle 13 alle 18) 5 euro. Spazio anche allo sport con le tariffe per le piscine e i campi sportivi comunali. Tantissime sono le opzioni, ad esempio nelle piscine Ponterosso e Vallemiano, si va dall’ingresso individuale per nuoto terapeutico (4 euro) all’abbonamento con Carta Giovani che prevede 10 ingressi (46 euro) e all’abbonamento adulti con 10 ingressi di 54 euro. Questi due abbonamenti sono in vigore anche nella piscina comunale del Passetto, dove il biglietto per gli adulti è di 6 euro.

Spazio anche al calcio. Allo stadio Dorico la tariffa per allenamenti, organizzati da società affiliate a Federazioni o Enti di promozione per over 16 è di 50 euro, mentre per gli under 16 di 35 euro. Tariffa a partita: over 16 (175 euro); under 16 (125 euro); per privati (390 euro). Anche morire costa caro. Oltre alle spese per cassa funebre, fiori, auto, trasporto, manifesti mortuari, c’è il costo della muratura del loculo per la salma che va da 96.50 euro a 132.10, più 19,55 euro per il canone annuo dell’abbonamento per l’illuminazione di ciascuna lampada votiva. Per il trasporto di una salma inconsunta a cremazione ci vogliono invece 180 euro.