Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

“Basta bugie, fermiamo il Greenwashing”, Fridays for Future ad Ancona

Al motto di "Basta bugie, fermiamo il Greenwashing", nuovo sciopero per il clima dei Fridays for Future che hanno gremito Ancona. I giovani chiedono al Governo un cambio di passo

Fridays for Future ad Ancona

ANCONA – Nuovo sciopero dei Fridays for Future ad Ancona. Al motto di “Basta bugie, fermiamo il Greenwashing (ecologismo di facciata, ndr), portiamo in piazza la giusta transizione” i giovani ambientalisti sono tornati in piazza per accendere i riflettori sul tema della transizione ecologica con le risorse del Pnrr in ballo.

Lo sciopero sul clima, per chiedere un cambio di passo una proposta che cerchi di unire le vertenze territoriali materializzandole «davanti ai loro principali responsabili, a quei palazzi del potere, dove si può e si deve rendere visibile la contestazione, inedita e senza precedenti» spiegano gli organizzatori.

A finire nel mirino l’operato del Ministro della Transizione ecologica per la «inadempienza in atto in materia ambientale» spiegano gli organizzatori che evidenziano «operazioni di greenwashing che producono una narrazione tossica e fuorviante» mentre «nulla di reale è stato messo in campo per l’emergenza climatica».

Con l’occasione è stato lanciato l’appello a partecipare all’assemblea che si terrà il 28 settembre alle 21 a Falconara Marittima (al Fab Lab), per organizzare la partecipazione dalle Marche alla manifestazione che si terrà a Roma sotto il Ministero dell’ambiente il 9 ottobre prossimo.

I Fridays for Future