Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Miracolo a Natale: un video per dire che il nuovo Salesi è sempre più vicino e curerà tanti bambini

Ecco il corto realizzato dalla Fondazione Salesi, sul brano del violinista osimano Marco Santini, insieme ai bambini della scuola Federico II di Jesi. Il direttore degli Ospedali Riuniti di Ancona Michele Caporossi ci ha messo la faccia: «L'avventura del Salesi va avanti da quasi 120 anni»

ANCONA – Miracolo di Natale è il bellissimo ed emozionante video realizzato dalla Fondazione Salesi, sul brano del noto violinista osimano Marco Santini, insieme ai bambini della scuola Federico II di Jesi. Il direttore degli Ospedali Riuniti di Ancona Michele Caporossi ci ha messo la faccia perché, come spiega lui stesso «l’avventura del Salesi, grazie ad un grande investimento da parte della Regione Marche e del Ministero della Salute, va avanti da quasi 120 anni – sottolinea -. Quando sarà completato il nuovo Salesi avremo la conferma di tutti quei visi, di quelle voci, di quei professionisti e di quei cuori che hanno contribuito a salvare bambini da quel lontano maggio del 1900, anno di fondazione dell’Ospedale: saranno ancora domani al servizio di 5 regioni italiane».

In Italia la rete di Ospedali pediatrici specializzati è costituita da otto strutture: il Gaslini di Genova, il Burlo Garofalo di Trieste, il Buzzi di Milano, il Meyer di Firenze, il Salesi di Ancona, il Giovanni XXIII di Bari, il Santobono- Pausilipon di Napoli e il Bambin Gesù di Roma.

Un momento storico importante, quello evidenziato da Caporossi, che coincide con un periodo di «grandi investimenti in sanità» e con la realizzazione del nuovo pediatrico Salesi all’interno del plesso di Torrette.

«Una grandissima avventura – prosegue Caporossi – perché la Regione ha deciso di realizzare un ospedale pediatrico ad alta specializzazione, dal momento che sulla fascia adriatica, da Milano a Bari, non esistono ospedali di questo livello, anche se sono presenti tante strutture di alta specialità in vari ospedali.

Avere un’organizzazione dedicata che annovera dentro si se la ricerca in campo pediatrico, la didattica propria dell’Università e l’assistenza che il Salesi oggi già garantisce e che domani garantirà ancor meglio – precisa il direttore generale – pensiamo solo alla biologia molecolare e alle sperimentazioni nel campo della medicina di precisione, in ambito oncologico ed ematologico, un ospedale pediatrico così specializzato riesce e riuscirà ancor più domani ad attrarre risorse, sperimentazioni anche in fase 1 (direttamente sul paziente) e ricerca traslazionale per aprire nuovi orizzonti nella lotta alle patologie più gravi dei bambini. Insieme all’Università Politecnica delle Marche ci abbiamo messo la faccia perché grazie alla Regione questo sogno di essere un potente “hub pediatrico” sta diventando realtà. Il miracolo a Natale è quello che stiamo già facendo, è l’appalto che la Regione sta realizzando per il nuovo Salesi».