Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Estate 2021, gli operatori scaldano i motori. Tombolini: «Le prenotazioni arrivano, c’è voglia di vacanza»

Il sindaco di Numana Gianluigi Tombolini conferma che c'è sempre più voglia di spiaggia e di svago dopo le chiusure imposte dalla pandemia. E gli operatori sono pronti

Il Porticciolo di Numana

ANCONA – «C’è voglia di vacanza e le prenotazioni stanno andando bene, nonostante l’incognita sulla data di apertura della stagione estiva, per la quale non c’è ancora una data ufficiale». Così il sindaco di Numana Gianluigi Tombolini in vista del via alla stagione balneare che come anticipato dal governatore Francesco Acquaroli potrebbe partire orientativamente intorno al Primo Maggio, se la curva pandemica lo consentirà. La Riviera del Conero intanto scalda i motori.

«Più riusciamo ad essere precisi sulla data di apertura, più le strutture ricettive potranno farsi trovare pronte – afferma – intanto va segnalato che il sistema della ricettività sta continuando a investire, ad abbellire le proprie strutture, ci sono cantieri aperti per la prossima estate, c’è un bel fermento che mostra come ci sia, nonostante tutto, un grande ottimismo».

E i segnali positivi ci sono tutti anche sul fronte della richiesta, visto che per i vacanzieri il conto alla rovescia pare sia scattato: «Le prenotazioni continuano ad arrivare e sono tante, con un interesse anticipato rispetto all’anno scorso. Si respira voglia e necessità di fare vacanza». Il mercato è «prevalentemente italiano e le prenotazioni arrivano soprattutto dalla Lombardia, dal Veneto, dall’Emilia Romagna e dal Lazio». Fermo invece il mercato straniero. Insomma c’è sempre più voglia di spiaggia, di mare, dopo le chiusure imposte per limitare la pandemia, e gli italiani a quanto pare non vedono l’ora di concedersi una vacanza.

Gianluigi Tombolini, sindaco di Numana

Il sindaco ricorda che la stagione scorsa «la Riviera del Conero aveva registrato un incremento di presenze turistiche notevole che ha fatto sì che nonostante ci fosse la pandemia, le strutture riuscissero ad investire per migliorarsi, ad aumentare qualità e servizi per soddisfare le richieste che arrivano sul nostro territorio».

Fondamentale, secondo Tombolini, «è essere bravi a garantire un alto livello di normalità, pur mantenendo un alto livello di sicurezza, questa è la vera sfida». Accanto a questo, cruciale è la campagna vaccinale «la risposta che deve arrivare dal governo centrale e dall’Europa è che bisogna farli e velocemente: stiamo soffrendo da oltre un anno, non è più sostenibile, né economicamente, né psicologicamente».

Arturo Neumann dell’omonima immobiliare, figlio di Hans Walter Neumann, fondatore del Villaggio Taunus a Numana, conferma che le prenotazioni per gli affitti degli appartamenti estivi «stanno andando avanti» anche se «a rilento, ma non sono bloccate come l’anno scorso». L’orizzonte degli operatori è quello dei «primi di giugno, a ruota con la riapertura delle spiagge e con il protocollo del 2020, sperando in una situazione migliore rispetto all’anno scorso».