Ancona, due denunce per alcool

Nei guai per ebbrezza un uomo che infastidiva i passanti in Corso Garibaldi. Diverse le chiamate al 113. Si tratta di un 52enne che si è rifiutato di fornire i propri documenti d’identità arrivando ad offendere gli agenti e a tentare la fuga

ANCONA – Maxi controlli in tutto il capoluogo nelle ultime 24 ore. Intorno alle 13.45 di ieri, domenica 17 novembre, gli agenti delle Volanti sono intervenuti in Corso Garibaldi quasi all’altezza di Piazza della Repubblica, nei pressi di un noto bar della zona.

Qui un anconetano di 52 anni, con qualche precedente alle spalle, in evidente stato di ebbrezza infastidiva i passanti tanto che, al 113, erano pervenute alcune chiamate e richieste d’intervento.

Nel corso del controllo, l’uomo si è rifiutato di fornire i propri documenti d’identità offendendo gli agenti. Poco dopo, in occasione dell’accompagnamento in Questura, l’anconetano ha tentato di divincolarsi e guadagnare la fuga, invano. Per lui è scattata la denuncia per oltraggio e resistenza a Pubbllico ufficiale e rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale. Multato anche per ubriachezza.

Denunciata per guida in stato d’ebbrezza anche una donna di 43 anni. Erano le 4 di questa notte quando gli agenti delle Volanti hanno intecettato un’autovettura che procedeva a zig-zag in via Vallemiano.

Una volta fermata ha mostrato subito una certa euforia, così come il compagno che trasportava sul lato passeggero, entrambi di ritorno da una serata nei luoghi della movida anconetana. Entrambi erano in evidente stato d’ebbrezza. Nell’occasione la donna è stata sottoposta agli accertamenti di rito dai quali risultava avere 0.96 g/l di alcol nel sangue.

Per lei una denuncia e patente ritirata.