Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona diventa “green”: in città sono cinquecento gli alberi piantati

Nell'ambito del progetto Mosaico Verde, grazie ad Estra Prometeo, il capoluogo ha scelto la strada della sostenibilità. Le immagini della piantumazione simbolica dinanzi alle autorità

Copertina Piantumazione
Il momento della simbolica piantumazione alle Collodi

ANCONA- Cinquecento nuovi alberi per Ancona e un cammino improntato all’insegna del verde e della sostenibilità. Si è risvegliato così il capoluogo marchigiano che, nell’ambito del progetto Mosaico Verde ideato da AzzeroCO2 e Legambiente, ha visto tre aree strategiche della sua città divenire parte integrante di un progetto di forestazione urbana. Tutto questo è stato reso possibile dall’iniziativa congiunta di Estra Prometeo e del Comune di Ancona con il chiaro obiettivo di mitigare gli effetti negativi delle emissioni inquinanti e delle isole di calore. Alberi, ma anche energia pulita con la creazione di barriere fonoassorbenti al fine di garantire una migliore fruibilità di questi spazi verdi per la collettività.

La scuola primaria Collodi da sempre attenta all’impatto ambientale

Questa mattina (20 aprile), presso il parco della scuola primaria Collodi in Via della Montagnola ad Ancona (una delle tre zone insieme al Viale della Vittoria e ad un tratto dello svincolo dell’Asse Nord-Sud), alle presenza di varie attività è avvenuta una piantumazione simbolica a testimonianza della bontà del progetto.

Non è un caso, infatti, che si sia scelto una scuola per partire vista la grande opera di sensibilizzazione che dovrà accompagnare il cammino anche per i prossimi anni. Tutto questo, inoltre, nella settimana caratterizzata dalla giornata mondiale della Terra che sarà celebrata giovedì 22 aprile.

Da sx Marco Gnocchini, Michele Polenta, Tiziana Borini e Michela Vincitorio

Presenti alla cerimonia di piantumazione gli Assessori del Comune di Ancona Michele Polenta (Ambiente) e Tiziana Borini (Politiche Giovanile), il presidente di Estra Prometeo Marco Gnocchini, la dirigente scolastica dell’istituto comprensivo Pinocchio-Montesicuro Michela Vincitorio e l’amministratore delegato di AzzeroCO2 Sandro Scollato.

«Dalle collaborazioni tra i vari enti abbiamo sviluppato questo importantissimo progetto chiamato Mosaico Verde che implementa le essenze arboree nella città di Ancona – ha esordito l’Assessore Polenta – Queste essenze sono capaci di conquistare i cambiamenti climatici e avere un effetto importante legato alle polveri sottili. Non per niente la scelta dei siti si è focalizzata laddove la presenza di smog è più accentuata. Porto i saluti del Sindaco Valeria Mancinelli che si conferma in prima linea su questa tematica. Il verde è predominante per migliorare la qualità dell’aria e del paesaggio così come lo è essere davanti ad una scuola con dei bambini che hanno bisogno di aria buona per crescere».

Si rinnova il legame Estra Prometeo e Comune di Ancona

Sostenibilità, futuro e nuove generazioni sono anche le parole d’ordine del presidente di Estra Prometeo Gnocchini, da sempre sensibile sull’impatto “green”: «Per noi è l’ennesimo investimento nel futuro delle nostre generazioni. Il progetto finanziato, le iniziative e le azioni sono la dimostrazione che vogliamo curare una certa responsabilità sociale come azienda del territorio. Abbiamo in bilancio la fornitura per quest’anno di otto milioni di metricubi di gas verde proprio per puntare forte sul discorso dell’energia verde e pulita. Teniamo alla qualità della vita e crediamo fermamente che oggi come oggi sia possibile cambiare le abitudini e coniugarle con la sostenibilità ambientale. Ormai è fondamentale perseguire questa via».

L’importanza delle scuole testimoniata dall’assessore Borini e dalla dottoressa Vincitorio

L’importanza di trovarsi in una scuola e di rapportarsi con le nuove generazioni è stata rimarcata dall’Assessore alla pubblica istruzione Tiziana Borini: «Questo aspetto è molto significativo e colgo anche io l’occasione di portare i saluti dell’Assessore Foresi addetto alle manutenzioni del servizio verde. Mi piace sottolineare che queste piante non sono allergiche e speriamo di poter festeggiare quanto prima questo traguardo proprio con i bambini appena le normative ce lo permetteranno».

Da sx Sandro Scollato, Marco Gnocchini e Michele Polenta

Soddisfatta e molto emozionata Michela Vincitorio, dirigente scolastica dell’istituto Pinocchio-Montesicuro di cui fanno parte appunto le scuole Collodi: «Ancona sempre più green costituisce un approccio fondamentale da perseguire con impegno. Lo spazio cittadino si è visto spesso sacrificando ma bisogna rendersi conto che stiamo diventando sempre più consapevoli di quelle che sono le necessità. Dobbiamo tutti rivedere il nostro rapporto con la natura che è imprescindibile per il benessere della città, del pianeta e di noi stessi».

Le parole conclusive, per gli ultimi dettagli, sono state pronunciate dall’Amministratore delegato di AzzeroCO2 (unione di Legambiente e Kyoto Club) Sandro Scollato: «Ringrazio chi si è prodigato per la realizzazione di tutto questo. Noi ci limitiamo ad una ricerca che semplifica la scelta dei luoghi. Luoghi che, naturalmente, sono quelli ritenuti più idonei alle finalità del progetto»