Banco Marchigiano Risparmiolandia
Banco Marchigiano Risparmiolandia
Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Harley Davidson Route 76
Harley Davidson Route 76

Novembre dedicato ai “diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”: iniziative in tutte le Marche

Per il 30esimo anniversario della Convenzione Onu, consiglio regionale, Garante e Unicef hanno lanciato eventi ad Ancona, Fermo, Fano, Porto Sant'Elpidio, Montecarotto, Arcevia e Serra de' Conti per sensibilizzare i marchigiani sul tema

ANCONA – Tenere alta l’attenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. È questo l’obiettivo del calendario di iniziative messe in campo da Consiglio Regionale, Garante dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza e Unicef che hanno dedicato il mese di novembre a questo importante tema.

Quest’anno infatti ricorre il trentesimo anniversario dall’adozione della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre del 1989.

Un messaggio forte di attenzione al mondo dei minori che si traduce in un ricco cartellone di iniziative che interesseranno tutto il territorio marchigiano e che sono state illustrate questa mattina, mercoledì 6 novembre, a Palazzo delle Marche dal presidente del Consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo, dal Garante dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Andrea Nobili, dal presidente Unicef Marche, Italo Tanoni, e dalle rappresentati regionali dell’organizzazione.

Una questione più che mai attuale quella dei diritti dei minori come ha sottolineato il presidente del consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo che ha ricordato la sottoscrizione di numerosi protocolli e la realizzazione del progetto “Città Sostenibili amiche dei bambini e degli adolescenti” (2017) tradotto in legge, approvata dal consiglio regionale, e sfociato nel settembre di quest’anno nella Rete regionale delle Città Sostenibili amiche dei bambini e degli adolescenti. Al progetto hanno aderito 19 comuni, fra i quali i due capofila Fano e Porto Sant’Elpidio, poi Ancona, Pesaro, Senigallia, Santa Maria Nuova, Civitanova Marche, Corinaldo, Monte Marciano, Ripatransone, Macerata, Recanati, Chiaravalle, Gradara, San Costanzo, Porto San Giorgio, Fermo, Sant’Elpidio a Mare e Monte Urano. Obiettivo, creare città a misura di minori.

Mastrovincenzo ha poi annunciato che il 20 novembre alle 11.30 nell’aula consiliare regionale si terrà la cerimonia di consegna ai sindaci dell’attestato di partecipazione alla Rete regionale delle Città Sostenibili amiche dei bambini e degli adolescenti.

Tra i presenti il dirigente del servizio politiche sociali della giunta regionale, Giovanni Santarelli, il Garante dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Andrea Nobili, il presidente Unicef Marche, Italo Tanoni. Con l’occasione porteranno la loro testimonianza il sindaco del comune di Fano, Massimo Seri e il sindaco di Porto Sant’Elpidio, Nazareno Franchellucci e saranno ospiti più di 100 ragazzi. «Inviteremo a partecipare anche i sindaci dei consigli comunali dei ragazzi – ha dichiarato Mastrovincenzo – Sul tema dell’infanzia e dell’adolescenza la nostra attenzione è massima e si è tradotta in provvedimenti specifici come quelli per la prevenzione e la lotta al cyberbullismo e alla ludopatia, e la legge sul Parlamento degli studenti che coinvolge i giovani nei percorsi istituzionali legislativi». Il presidente regionale ha anche evidenziato la collaborazione stretta con l’Unicef ormai da alcuni anni, che ha visto l’anno scorso arrivare nelle Marche il presidente nazionale dell’associazione.

«Unicef in prima persona celebra il trentesimo anniversario dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza con una iniziativa partita a livello nazionale e che ha coinvolto anche le Marche con una serie di iniziative – ha dichiarato il presidente regionale dell’associazione Italo Tanoni – Un segnale concreto di quello che Unicef è in regione e provincia».

Particolare attenzione sarà rivolta alla data del 20 novembre quando ricorre appunto la convenzione e che vedrà iniziative spalmate su tutto il territorio regionale che prenderanno avvio tutte alla stessa ora con la relazione del presidente provinciale.

Tanoni ha presentato anche la pubblicazione dell’Unicef redatta dal gruppo nazionale che stila un quadro generale del mondo dell’infanzia in tutte le regioni italiane. Tra le criticità relative alle Marche spicca lo scarso investimento operato dai comuni nei servizi all’infanzia che registra il -1,50%.

Il tema della tutela dei diritti dei minori è sempre più centrale ed emergenziale – ha dichiarato il Garante Nobili -. La carta dei diritti dell’Onu è il trattato internazionale che registra il maggior numeri di adesioni, ma è anche il più disatteso in tante parti del mondo. C’è tanto lavoro da fare nei territori da cui i giovanissimi scappano alla ricerca di una prospettiva. Sul tema della tutela dei diritti si gioca il parametro della sensibilità della democrazia. È una cartina al tornasole su cui valutare solidarietà e democrazia. Non si può arretrare, serve un’alleanza tra i soggetti coinvolti».

Al centro delle iniziative che toccheranno tutte le province marchigiane ci saranno i bambini, i veri protagonisti del cartellone messo in campo dall’Unicef. In provincia di Ancona, come anche nelle altre, sono già partite le iniziative preparatorie alla data clou del 20 novembre. Dall’1 al 15 novembre i ragazzi degli istituti scolastici aderenti a Scuola Amica, sono impegnati in letture sui diritti.

Poi il 18 novembre, come ha spiegato la presidente provinciale Paola Guidi, la cerimonia di intitolazione della biblioteca dell’istituto comprensivo Posatora-Piano-Archi di Ancona alla memoria di Cristiana Acqua Borgogelli, pilastro della beneficenza anconetana, nell’ambito dell’iniziativa “Uguali nella diversità”.

Il 20 novembre ancora i bambini protagonisti ad Ancona. Alle 9.30 nella sala consiliare del Comune di Ancona, si entrerà nel vivo delle celebrazioni, con l’introduzione delle autorità civili e religiose, la relazione della presidente provinciale dell’Unicef. Alle 10.30 “Adesso tocca a noi”, con gli istituti comprensivi cittadini Posatora-Piano-Archi e Grazie-Tavernelle (scuole amiche dell’Unicef) nei quali ci saranno momenti di confronto sul tema dei diritti, sulla non discriminazione e sull’ascolto, che vedranno i bambini parte attiva. Poi momenti di gioco a squadre e un grande cruciverba sulla Convenzione dell’Onu che sarà presentata ai ragazzi anche con un video. Gli allievi dell’istituto comprensivo di Arcevia si cimenteranno anche nella costruzione delle Pigotte in cartone, le bambole povere dell’Unicef.

Presente anche il comitato provinciale di Fermo, nato nel gennaio di quest’anno. Il 20 novembre a Fermo l’evento che vedrà la partecipazione di 3 istituti comprensivi, mentre il 22 novembre a Porto Sant’Elpidio, comune capofila insieme a Fano della rete città sostenibili amiche dei bambini, l’incontro con le famiglie, le associazioni e le istituzioni per sostenere la genitorialità sempre più in crisi.

Alcuni monumenti della provincia saranno illuminati di blu e fino a fine mese proseguiranno le iniziative e gli incontri nelle scuole. Il consiglio comunale di Montecarotto nell’ambito del progetto Kids take over convocherà un consiglio comunale dei ragazzi. Poi il 13 dicembre si terrà l’elezione del consiglio comunale dei ragazzi ad Arcevia e Serra de’ Conti.