Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona, delegazione direttori cinesi a Torrette: possibile cooperazione

In visita la direzione ospedaliera di uno dei più importanti e grandi ospedali cinesi: il Tianjin Medical University General Hospital. Caporossi: «Ci siamo promessi di scambiarci esperienze, buone pratiche e progetti di innovazione»

ANCONA – Una delegazione cinese ha fatto visita agli Ospedali Riuniti di Ancona. Ad arrivare nelle Marche, i membri della direzione ospedaliera di uno dei più importanti e grandi ospedali cinesi: il Tianjin Medical University General Hospital. La delegazione, costituita dal direttore generale medico neurochirurgo, Zhang Jianning, dal vice direttore generale chirurgo ortopedico, Li Hui, e da altri tre membri della direzione amministrativa, è stata ricevuta il 29 maggio all’ospedale di Torrette dal direttore generale Michele Caporossi e dal direttore amministrativo Antonello Marlado.
La visita rientra nell’ambito dell’intesa sullo sviluppo delle Risorse Umane in ambito sanitario tra il governo della Regione Marche e la Health Human Resources Development Center siglata il 30 novembre 2018. La delegazione ha espresso un particolare interesse per la neurochirurgia pediatrica diretta dal dottor Roberto Trignani e per l’ortopedia-traumatologia diretta dal dottor Raffaele Pascarella.

Un momento della visita della delegazione cinese a Torrette
Un momento della visita della delegazione cinese a Torrette

Argomenti al centro dell’incontro: innovazione, management, influenze dei cambiamenti sociali nazionali sulla futura programmazione dell’organizzazione sanitaria, integrazione e coesistenza all’interno del Sistema Sanitario Nazionale di aziende ospedaliere private e pubbliche.

«Da qualche anno a questa parte abbiamo ricevuto oltre 150 medici cinesi e nell’ultimo anno e mezzo abbiamo avuto l’onore di ospitare 26 delegazione di primari oncologi – commenta il direttore generale degli Ospedali Riuniti di Ancona, Michele Caporossi -. È interessate riscontrare la grande attenzione che i colleghi hanno nei confronti del Sistema Sanitario Nazionale italiano; in particolare, è stato rilevato come investa proporzionalmente risorse molto più limitate, rispetto a quello americano e giapponese, ottenendo però ragguardevoli risultati di salute che portano la speranza e la qualità di vita in Italia ai primissimi posti nel modo. Ci siamo promessi di scambiarci esperienze, buone pratiche e progetti di innovazione. Nei prossimi mesi un altro incontro».

I medici cinesi con Pascarella e Trignani
I medici cinesi con Pascarella e Trignani

Il pomeriggio del 30 maggio 2019 la delegazione ha incontrato la direttrice dell’Agenzia Regionale Sanitaria, Lucia Di Furia, presso la sede regionale in via Gentile da Fabriano. La direttrice ha presentato ai medici cinesi l’organizzazione della rete ospedaliera regionale, illustrando i risultati ottenuti negli ultimi anni e gli obiettivi futuri.

La delegazione cinese ha espresso particolare interesse per l’assistenza sanitaria italiana e ha espresso l’intenzione di instaurare una possibile cooperazione nel settore sanitario.

Il Tianjin Medical University General Hospital ha 4164 dipendenti, dei quali 467 professionisti con alti livelli di specializzazione, 2468 posti letto, 33 reparti clinici, 9 dipartimenti medici, 10 istituti e tre centri di ricerca nella provincia, ed è il primo per importanza e dimensioni della municipalità di Tianjin, al cui pronto soccorso fanno ingresso annualmente 3 milioni e 200 mila pazienti.