Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Decreto Festività e la stretta sui non vaccinati e le feste. Tutte le nuove regole anti-Covid

Dall'obbligo di mascherina Ffp2 per cinema, teatri e mezzi di trasporto, al divieto di consumare al bancone per i non vaccinati. Ecco cosa cambia con il nuovo decreto Festività

Natale, feste (immagine JillWellington da Pixabay)

ANCONA – Discoteche chiuse anche in zona bianca e feste in piazza vietate fino al 31 gennaio. Poi sforbiciata alla validità del Super Green pass che passa da 9 a sei mesi e viene esteso anche a musei e palestre. Sono alcune delle nuove misure contenute nel decreto Festività, varato dal Consiglio dei ministri e che entreranno in vigore dal 30 dicembre, in vista del Capodanno.

La nuova stretta fra le altre cose vieta la consumazione al bancone del bar per i non vaccinati, impone l’obbligo mascherine Ffp2 per bus, stadio e cinema e prevede tamponi a campione per chi entra in Italia anche dai valichi di frontiera. Per quanto riguarda la scuola ci sono 9milioni per lo screening al rientro dalle vacanze, mentre sul fronte della vaccinazione la terza dose potrà essere somministrata almeno dopo 4 mesi dal richiamo.

Per quanto riguarda le feste in casa, non sono state date indicazioni sul numero massimo di invitati per Natale o Capodanno, tuttavia il ministro della Salute Speranza ha raccomandato prudenza.

Super Green pass, validità accorciata e obbligo per bar e altre attività

Green pass

Dal primo febbraio 2022 il Green pass sarà valido 6 mesi dall’ultima somministrazione del vaccino e non più nove. Inoltre fino al 31 gennaio potranno accedere ai bar solo le persone munite di Super Green pass, ovvero la certificazione rilasciata solo con vaccinazione e guarigione dal virus (non con il tampone).

Insomma niente più caffè al bar per i non vaccinati. Ma il Super Green pass sarà necessario anche per accedere a musei e luoghi di cultura, piscine, palestre e sport di squadra, centri benessere e centri termali, centri culturali, sociali e ricreativi e sale gioco e scommesse. Super Green pass anche per il ristorante: chi non è vaccinato potrà consumare solo al tavolo all’aperto se presente.

Nei cinema, teatri, stadi è mezzi di trasporto (treni, aerei, navi, bus e metro) viene introdotto l’obbligo di indossare la mascherina Ffp2. Mascherina obbligatoria anche all’aperto e in zona bianca. All’interno di cinema, teatri e stadi è vietato il consumo di cibi e bevande, al chiuso. I prezzi delle mascherine Ffp2 potrebbe essere calmierati.

Fino al 31 gennaio sono vietate le feste e gli eventi che implicano assembramenti all’aperto e restano chiuse le discoteche anche in zona bianca. Dal primo febbraio invece fino alla fine dello stato di emergenza si può entrare in discoteche, sale da ballo e locali simili dove si svolgono feste o eventi con musica dal vivo solo con il Super Green Pass.

Tamponi a scuola e nelle Rsa

Foto di Adobe Stock

Il governo ha previsto per il rientro a scuola lo screening ed ha stanziato 9milioni per il tracciamento e la ricerca di eventuali casi positivi al Covid.

Per quanto riguarda le Rsa dal 30 dicembre al 31 gennaio i visitatori che vorranno accedere alle strutture residenziali, socio-assistenziali, sociosanitarie e hospice dovranno avere il Super Green pass, ma se non hanno ricevuto la terza dose, dovranno anche sottoporsi a tampone.

Tamponi e quarantena per gli arrivi dall’estero

Resta l’obbligo del tampone anche per i vaccinati che arrivano dall’estero. Previsti tamponi a campione al momento dell’ingresso in Italia da altri Paesi. In caso di positività, scatta l’isolamento per 10 giorni e per chi non ha un alloggio ci sono i Covid Hotel.