Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Rubano auto dalle carrozzerie per commettere furti. Carabinieri mettono in fuga banda di ladri

I militari hanno intercettato a Marcelli una Bmw X6 e un'Alfa 166 rubate nella notte tra il 13 e il 14 gennaio. All'interno delle due vetture sono stati rinvenuti attrezzi da scasso

NUMANA – Rubano delle auto da due carrozzerie di Castelfidardo per commettere furti tra Numana, Castelfidardo, Loreto e Osimo ma i carabinieri rovinano i loro piani e la banda di ladri si dà alla fuga. Ieri pomeriggio (16 gennaio) intorno alle 18, i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile e della Stazione di Numana hanno intercettato una Bmw X6 di colore nero in via Marina II a Marcelli. I due occupanti della vettura alla vista dei militari si sono dati ad una precipitosa fuga. Inseguiti dai carabinieri hanno abbandonato l’auto in aperta campagna. I malviventi vestiti di nero e con il volto travisato sono riusciti a scappare a piedi facendo perdere le proprie tracce. Dai controlli è emerso che la Bmw, di proprietà di un 57enne di Osimo, era dotata di due targhe di origine furtiva corrispondenti ad una Fiat Punto di proprietà di un carrozziere della zona industriale del Cerretano a Castelfidardo. Entrambe le vetture, custodite nell’auotocarrozzeria, sono state rubate durante la notte tra il 13 e il 14 gennaio scorso.

Intorno alle 00:30, durante le ricerche dei malviventi nei pressi del luogo del ritrovamento del Bmw, i militari hanno intercettato un’Alfa Romeo 166. Alla vista dei carabinieri, il conducente dell’auto è scappato a forte velocità, abbandonandola in una stradina appartata poco distante. Il malvivente è riuscito a fuggire facendo perdere le proprie tracce. L’Alfa Romeo, di proprietà di un ottantenne di Castelfidardo, titolare anch’egli di un’autofficina al Cerretano, è stata rubata nella notte tra il 13 e il 14 gennaio.

A bordo delle due vetture i militari hanno rinvenuto e sequestrato numerosi attrezzi da scasso, attrezzi agricoli e un computer portatile. La merce ritrovata, del valore di circa 2.500 euro, è probabilmente provento di altri furti. Al termine degli accertamenti le due vetture sono state restituite ai legittimi proprietari. La banda, composta da almeno 5 complici, si era organizzata per commettere furti nella zona dei comuni di Numana, Castelfidardo, Loreto e Osimo. L’intervento dei carabinieri però ha rovinato i loro piani.