Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Coppia ruba due computer nel ristorante Ulderico, giovane dominicana arrestata

Ieri pomeriggio gli Agenti delle Volanti hanno fermato due giovani per un controllo e li hanno trovati in possesso di due pc rubati nel noto locale anconetano. Durante l'accompagnamento in Questura la ragazza si è avventata contro i poliziotti tentando di picchiarli con calci e pugni

foto di repertorio

ANCONA – Fermati dalla Polizia, ieri pomeriggio un romeno e una domicana sono stati trovati in possesso di due computer portatili rubati nel ristorante Ulderico. Appena scoperti dalla Polizia, la giovane si è avventata contro i poliziotti, graffiandoli e tentando di picchiarli con calci e pugni.

Durante i controlli, fortemente voluti dal questore di Ancona Oreste Capocasa, gli Agenti delle Volanti nel tardo pomeriggio di ieri hanno fermato una coppia di giovani, un romeno di 21 anni e una giovane dominicana ventiduenne. Mentre la Volante pattugliava a passo d’uomo la zona tra la stazione e il quartiere Piano San Lazzaro, ha notato la coppia in via Giordano Bruno che si stava dirigendo verso piazza Ugo Bassi. I due, alla vista della Polizia, si sono subito abbracciati scambiandosi effusioni, in modo da apparire agli occhi dei poliziotti come una coppietta felice. I poliziotti però si sono fermati e, dopo averli identificati e aver rilevato numerosi precedenti a loro carico per reati contro il patrimonio, li hanno perquisiti dato che, poco prima di fermarsi, gli Agenti avevano visto che la ragazza aveva dato al giovane una sacca in tela.

Proprio in questa sacca gli Agenti hanno trovato due computer portatili e, nel corso degli accertamenti, hanno scoperto nella memoria dei due pc la documentazione commerciale del ristorante Ulderico, situato nel quartiere Archi. Subito hanno costatato che i due pc erano stati rubati la notte precedente proprio in quel ristorante, quando la coppia era riuscita ad entrare da una finestrella laterale infrangendo il vetro. I due giovani sono stati dunque accompagnati in Questura per la redazione degli atti e deferiti per il reato di ricettazione. Se non bastasse, durante l’accompagnamento, la donna si è avventata contro i poliziotti tentando di picchiarli con calci e pugni, ed è stata arrestata per resistenza a pubblico ufficiale. Oggi la 22enne, nel corso della direttissima in tribunale, è stata condannata a quattro mesi (pena sospesa).