Ancona, litiga, urla e prende a calci un’auto. Nei guai un 19enne

Una maxi operazione della polizia della città dorica ha permesso agli agenti di rimuovere una macchina posteggiata nel posto per i disabili e di denunciare una donna di 54 anni che avrebbe contraffatto un biglietto del Conerobus

Polizia di Ancona

ANCONA- Schiamazzi notturni, urla e calcio ad una macchina. L’intervento della polizia è stato immediato questa notte, 12 agosto, verso le 2, in via Martiri della Resistenza.

Identificato un 19enne anconetano che ha sfogato la rabbia dovuta ad un litigio con un altro giovane un’auto parcheggiata, spaccando il deflettore posteriore. Il giovane è stato accompagnato in Questura e deferito per il reato di danneggiamento.

Ieri sera, 11 agosto, verso le 23.50, gli agenti sono intervenuti in via Flaminia. Un’auto era parcheggiata nel posto riservato ai disabili, nei pressi di un parcheggio della spiaggia di Palombina. La macchina è stata rimossa ed è stata stilata una multa.

Sempre ieri sera, un moldavo di 36 anni, è stato multato per ubriachezza e per il possesso di contenitori in vetro. L’uomo, controllato in Pizza Roma, aveva già consumato una bottiglia di vino e una birra che aveva riposto accanto a lui.

Ieri mattina, una donna ucraina di 54 anni ha contraffatto il biglietto del bus. Il personale Conerobus ha avvertito gli agenti che sono intervenuti in Piazza Roma. La donna è stata fermata e portata in Questura, rilasciando false generalità. La 54enne è indagata in stato di libertà.

Le denuncie rientrano nell’attività straordinaria di controllo del territorio della Polizia di Stato, fortemente voluta dal Questore Claudio Cracovia.