Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Covid Marche, situazione in miglioramento. Negli ospedali 11 vaccinati su 80 ricoverati

L'occupazione nelle terapie intensive scende al 9,9%, mentre resta stabile al 6% nei reparti ordinari. Incidenza in flessione. La situazione reparto per reparto dei ricoverati vaccinati

Immagine di repertorio

ANCONA – Continua a migliorare la situazione epidemiologica nelle Marche. Se da un lato la curva dei nuovi contagi continua il suo trend in flessione, anche negli ospedali si registra un miglioramento, con la pressione delle terapie intensive che scende, pur se lievemente, sotto la soglia del 10%.

La situazione negli ospedali

Il tasso dei posti letto occupati nei reparti di terapia intensiva dei servizi ospedalieri della regione, dopo una fase di crescita, scende al 9,9%, più di tre punti percentuali in meno rispetto a sette giorni fa quando le Marche registravano un 13% di letti occupati e il primato in Italia per il maggior numero di ricoveri in questi reparti. Stabile, invece, la pressione in area medica che resta al 6%, come sette giorni fa.

Il livello che fa scattare il passaggio in zona gialla vede lo sforamento del 10% dei posti letto occupati in terapia intensiva e del 15% dei letti in area medica, uno sconfinamento che devono avvenire in contemporanea in entrambe le aree (intensiva e medica): la nostra regione resta dunque stabilmente in zona bianca, con un livello di rischio basso.

Quanti ricoverati vaccinati contro il Covid?

Negli ospedali sono complessivamente 80 le persone ricoverate per Covid-19, di queste sono 11 i vaccinati, ovvero le persone che hanno completato il ciclo con entrambe le dosi del siero o con il monodose: 2 in terapia intensiva su 21 ricoverati complessivi, 3 in semi intensiva su 22 degenti, e 6 in area ordinaria su 37 ricoverati.

L’incidenza dei positivi

Per quanto riguarda l’incidenza del virus, la curva continua a flettere. Il tasso cumulativo di incidenza settimanale dei nuovi casi positivi al Covid su 100 mila abitanti passa da 52.8 di sette giorni fa a 42,8. Insomma il quadro epidemiologico migliora nelle Marche, una situazione che fa ben sperare, anche se resta la variabile scuola: per vedere quale sarà l’impatto della ripresa delle lezioni in presenza occorrerà aspettare, infatti, almeno un paio di settimane. Verso i primi di ottobre la situazione sarà più chiara su questo fronte.

Nuove dosi per la campagna vaccinale

Intanto procede la campagna vaccinale e nella nostra regione sono arrivate nuove dosi di siero per consentire ai marchigiani che vogliono immunizzarsi contro il virus di poterlo fare in tempo utile entro il 15 ottobre, quando scatterà l’obbligo di Green pass per tutti i luoghi di lavoro.

Questa settimana all’hub regionale dell’Inrca di Ancona sono arrivate 10.900 dosi di Moderna e 32.760 dosi di Pfizer Biontech. Il tasso di copertura della popolazione marchigiana a ciclo completo (doppia dose e monodose) è del 74%, mentre ad aver ricevuto la prima dose è l’80,4% delle persone (dato al 22 settembre 2021). 1.094.212 le prime somministrazioni e 971.492 le seconde.