Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ritorno sui banchi ad Ancona, Foresi: «Il 99% delle collocazioni all’interno delle scuole»

L'assessore alla protezione civile illustra gli interventi previsti per garantire il ritorno degli alunni in classe senza spostarli da un istituto all'altro. A disposizione ci sono 520 mila euro

Comune di Ancona
Comune di Ancona

ANCONA – «Alla riapertura del nuovo anno scolastico il 99% delle collocazioni degli studenti verranno mantenute all’interno delle scuole». A dirlo è l’assessore alla Protezione civile del Comune di Ancona Stefano Foresi che insieme all’assessore alle politiche educative Tiziana Borini e all’assessore ai lavori pubblici Paolo Manarini sta compiendo un vero e proprio tour de force in vista del 14 settembre, quando si tornerà sui banchi di scuola.

L’obiettivo è quello di evitare lo spostamento degli alunni da un istituto all’altro. L’amministrazione comunale, dopo aver effettuato sopralluoghi in ognuna delle 60 scuole presenti sul territorio e in seguito ad un confronto serrato con i dirigenti scolastici tutt’ora in corso, sta lavorando per garantire una ripresa dell’anno scolastico il più possibile all’insegna della normalità.

Per fare questo il Comune avrà a disposizione 520 mila euro di fondi strutturali europei messi a disposizione dal Miur per realizzare piccoli interventi di adattamento degli spazi e degli ambienti scolastici del territorio così da adeguare le strutture alle normative anti-covid. Tra gli interventi previsti ci sono l’acquisto di arredi, come banchi monoposto e sedie con tavolinetti pieghevoli, per i quali l’amministrazione comunale ha già stanziato circa 25 mila euro, suddividendoli tra gli 8 istituti comprensivi. Per liberare il maggior spazio possibile verrà inoltre smaltito materiale obsoleto, presente in alcune scuole, e verranno attuati piccoli interventi di edilizia leggera.

«Dobbiamo fare presto – spiega Foresi – , perché la data si avvicina e le imprese andranno in ferie ad agosto. Ce la faremo sicuramente, sono ottimista sul fatto che tutti gli studenti rientreranno nelle proprie scuole». L’assessore spiega che nei plessi dove c’è carenza di spazi si ricorrerà anche all’uso dei refettori. 

«Tra domani e venerdì mattina, si terrà una nuova serie di incontri con i dirigenti scolastici per esaminare le risultanze delle verifiche effettuate e condividere i verbali delle conferenze dei servizi previste dal piano scuole e programmare gli interventi da realizzare prima dell’inizio dell’anno scolastico, consentendo così il regolare avvio delle lezioni» spiega l’assessore Borini

Intanto parallelamente prosegue il lavoro per consentire la partenza del cantiere del secondo stralcio della elementare Domenico Savio che vede un investimento di 1,5 milioni di euro. «Si tratta di un ulteriore passo avanti che l’amministrazione comunale compie nella sistemazione delle scuole di propria competenza – spiega l’assessore Paolo Manarini – . Ovviamente in questa situazione i lavori di miglioramento sismico delle 4 scuole, Media Montesicuro – Primaria Montessori – Primaria Pietralacroce – Infanzia Manzotti per un importo complessivo di 1.210.000 euro dovranno slittare per far fronte alla emergenza creata dal Covid 19».

Agli interventi di adeguamento e riorganizzazione per evitare contagi da covid si aggiungono anche i lavori per la manutenzione di edifici scolastici e nidi d’infanzia del Comune di Ancona. «Il piano di interventi di manutenzione straordinaria finanziato con fondi comunali per un importo totale di 310mila euro – spiega l’assessore Foresi – riguarda, come primi interventi, le scuole Maggini, le scuole Marconi, Babylandia e Acquario di Pietralacroce, Fermi Don Milani, Alba Serena di Torrette, Aporti».