Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Covid Marche, Giacometti: «I nuovi ricoverati non sono vaccinati. Quarta ondata iniziata»

Abbiamo fatto il punto sull'epidemia di covid-19 con il primario della Clinica di Malattie Infettive, di Torrette. Ecco i dati sulla vaccinazione contro il covid

vaccino anti-covid
vaccino anti-covid

ANCONA – Sono tutti non vaccinati i nuovi ricoverati covid nella Clinica di Malattie Infettive di Torrette. A dirlo è il primario Andrea Giacometti. L’infettivologo spiega che si tratta di pazienti affetti da polmonite severa e che dunque il virus conserva «la stessa patogenicità che aveva nei mesi scorsi», ma sottolinea anche che si tratta di persone over 50 non vaccinate, neanche in prima dose, contro il covid. Casi nei quali è stata riscontrata la presenza della variante Delta.

Intanto nella Palazzina di Malattie Infettive (Clinica e Divisione) i ricoveri crescono e passano da 7 a 9. «La pratica clinica ci suggerisce che la variante Delta, più diffusiva, non sembra essere ancora meno pericolosa» spiega, sottolineando che «fortunatamente la maggior parte delle persone si sono vaccinate, ma quando un non vaccinato si infetta può sviluppare una grave forma di polmonite come in passato e corrono dunque gli stessi rischi che correvano un anno fa».

Andrea Giacometti, primario Clinica Malattie Infettive

«In questa fase stiamo ricoverando non vaccinati – prosegue – e questo dimostra l’importanza e l’efficacia della vaccinazione». Pensa che la terza dose sarà necessaria? «Credo di si, e se il ministero darà l’ok io la farò, a meno che non si riesca a dimostrare che l’immunità cellulo-mediata, ovvero legata ai linfociti, è più importante e duratura di quella anticorpale» che nel lungo periodo sembra calare. Giacometti 

Il primario fa notare «non ricoveriamo persone né con prima né con seconda dose e questo potrebbe suggerire che questo tipo di immunità (cellulo-medfiata) sia più duratura». L’impennata di positivi a cui stiamo assistendo nelle Marche, come nel resto d’Italia, corrisponde all’avvio della quarta ondata? «La quarta ondata è già iniziata con qualche giorno di anticipo rispetto all’anno scorso, quando avevamo ricominciato a vedere i primi ricoveri ad inizio agosto, ma sarà meno grave proprio perché la maggior parte della popolazione si è vaccinata. Vedremo numeri più piccoli e penso che le terapie intensive e le malattie infettive questa volta dovrebbero bastare, senza coinvolgere gli altri reparti».

I dati sulla vaccinazione nelle Marche 

Nelle Marche sono 1.704.773 le dosi di vaccino somministrate, su 1.776.236 giunte nella nostra regione, un 96%: oltre 737.034 le seconde dosi inoculate. Ad aver completato il ciclo vaccinale (con due dosi e con la dose unica) è il 92,73% over 80, l’88,45% degli anziani nella fascia 70-79 anni, il 73,94% della popolazione nella fascia 60-69 anni.

Tra i 50 e i 59 anni sono il 64,44% ad aver ricevuto la seconda dose, una percentuale che scende ancora nella fascia 40-49 anni dove si attesta a quota 47,58%, mentre tra i 30-39 anni sono 38,25%. Nella fascia d’età 20-29 anni hanno ricevuto la seconda dose il 39,67% dei marchigiani e il 17,41% dei giovanissimi tra i 12 e i 19 anni.