Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Covid: da marzo al via la vaccinazione per il personale scolastico e le Forze dell’Ordine

Lo ha annunciato l'assessore alla Sanità delle Marche nel corso della seduta del Consiglio regionale. Arrivati 12.800 flaconi Pfizer Biontech

L'assessore alla Sanità Filippo Saltamartini

ANCONA – Partirà il primo marzo la somministrazione del vaccino contro il covid-19 sul personale del mondo scolastico, mentre dal 2 marzo scatterà quella per le Forze dell’Ordine, Forze armate, Vigili del Fuoco, Polizia locale, volontari di protezione civile, Prefetture, Magistratura e Questure. Lo ha annunciato l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini rispondendo durante la seduta odierna del Consiglio regionale ad una interrogazione dell’opposizione sulle tempistiche della campagna vaccinale. Seduta a porte chiuse per la positività di tre consiglieri. La seconda fase della campagna vaccinale vedrà la somministrazione del vaccino AstraZeneca per il personale fino ai 55 anni di età; mentre agli over 55 verrà iniettano il vaccino Pfizer Biontech.

Saltamartini ha spiegato che questa mattina, martedì 16 febbraio, sono arrivati nelle Marche 12.800 flaconi di vaccino della casa farmaceutica americana Pfizer Biontech che verranno impiegati per la vaccinazione degli over80 che prenderà avvio dal 20 febbraio e che conta già 62mila prenotazioni su una platea di 124mila ultraottantenni (altri 9mila sono ospitati nelle Rsa dove la campagna è in corso).

«Per gli over 80 che non hanno la possibilità di accedere ai punti di vaccinazione perché non hanno la possibilità di deambulare – ha dichiarato Saltamartini – domani (mercoledì 17) ci sarà un incontro con i medici di medicina generale per raggiungere una intesa circa il trattamento di somministrazione». Un incontro che si è reso necessario, come ha evidenziato l’assessore, dopo che la trattativa nazionale con i medici di famiglia si era interrotta in seguito alla caduta del governo Conte.

L’obiettivo della Giunta, è quello di stringere una intesa regionale per poi procedere all’allestimento di un hub con un numero di prenotazione dedicato agli over 80 che non deambulano, ai quali verrà somministrato il vaccino Pfizer che ha bisogno di uno stoccaggio negli ultracongelatori. «Contiamo di completare la prima fase della vaccinazione in 21 giorni», ha detto l’assessore riferendosi agli ultraottantenni che si recheranno nei 15 punti di vaccinazione allestiti sul territorio regionale.

L’assessore alla Sanità ha chiarito che ultimata la somministrazione degli over 80, verranno vaccinate le persone con comorbilità, fragilità e disabilità appartenenti ad altre fasce di età della popolazione. Inoltre, sempre in risposta alle opposizioni, ha spiegato che i medici Inps e Inail saranno vaccinati nella prima fase che è in via di conclusione.