Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona, “Corto Dorico film fest” scalda i motori: tutto pronto per “Anticorpi”, l’edizione 2021

Sono 73 gli appuntamenti tra proiezioni di corti, documentari e lungometraggi, incontri, masterclass, workshop per ragazzi. Sabato 11 dicembre saranno decretati i vincitori del concorso nazionale

ANCONA – Conto alla rovescia per la XVIII edizione di Corto Dorico Film Fest, il festival cinematografico di Ancona, uno dei più autorevoli e popolari d’Italia per quanto concerne i cortometraggi, diretto dal regista e direttore della fotografia Daniele Ciprì e dallo sceneggiatore Luca Caprara. Si parte sabato 4 dicembre per proseguire fino a domenica 12 alla Mole Vanvitelliana del capoluogo dorico.

Titolo di quest’anno sarà “Anticorpi”, parola che la direzione artistica del Festival ha individuato come “capace” di sintetizzare il tempo che stiamo vivendo. «La XVIII edizione di Corto Dorico è la festa dei 18 anni – ha detto Valerio Cuccaroni, presidente di Nie Wiem -. 18 anni vissuti con impegno e indipendenza. 18 anni di nuovo cinema e diritti umani. Questa nostra creatura immaginaria è ormai una jeune fille. Lasciamola danzare sullo schermo.  La nostra associazione Nie Wiem, anche lei ormai maggiorenne, l’accompagnerà con il corteo di partner che sostiene il festival e di ospiti che lo animano. Sarà la nostra danza propiziatoria per la rinascita».

Queste le parole di Daniele Ciprì e Luca Caprara in merito alla scelta del tema: «Un cinema mai passivo, mai imbrigliato, che ha ancora voglia di lottare, di scuotere, di scuotersi, di salvarsi, un cinema che guarda in faccia il presente ma consapevole che il suo occhio deve oltrepassare quel presente e guardare all’orizzonte, al futuro. Anticorpi è il tema di questa edizione, la diciottesima, di un Festival che si fa maggiorenne ma rinnova con ancora più forza l’idea di coinvolgere le giovani generazioni e il territorio. Tante le novità ma soprattutto la gioia di poter tornare ad essere uno “spazio” non solo di contenuti ed emozioni ma un luogo fisico capace di attivare condivisioni reali e socialità, un luogo fisico che torna ad essere di nuovo comunità».

Sono 73 gli appuntamenti in presenza e online (sulla pagina Facebook di Corto Dorico e sul canale Youtube di ArgoWebTv), masterclass, workshop per ragazzi e proiezioni di cortometraggi (nazionali e internazionali), documentari e lungometraggi.

Ospiti

Corto Dorico Film Fest diventa maggiorenne in un anno complicato ma di ripartenza per il mondo dello spettacolo ed è per questo che il titolo scelto dai direttori artistici per questa edizione è Anticorpi.
Come gli scorsi anni, tanti saranno gli ospiti protagonisti di incontri e masterclass tra i quali uno dei più importanti direttori della fotografia al mondo, Luciano Tovoli al quale sarà anche dedicato un omaggio (domenica 5 dicembre) con la presentazione di un libro a lui dedicato e proiezioni di suoi film; protagonisti di incontri virtuali con i ragazzi delle scuole superiori di Ancona (in diretta sulla pagina Facebook di Corto Dorico e sul canale Youtube di ArgoWebTv) saranno, invece, lo sceneggiatore e regista Francesco Bruni (venerdì 3 ore 18.30), gli attori Vinicio Marchioni (martedì 14 dicembre, ore 18.30) e Sara Serraiocco e il regista Mauro Mancini (lunedì 6 dicembre, alle ore 18.30), il regista, Ludovico Di Martino (regista della La belva e di Skam Italia) terrà una masterclass di regia sabato 11 (alle ore 15.00 alla Sala delle Polveri), i due attori e comici Michele e Stefano Manca, conosciuti come il duo Pino e gli Anticorpi presenti per anni a Colorado e per la partecipazione al Festival di Sanremo nel 2016 (venerdì 3 al Cinema Azzurro, ore 21.15, per la pre-apertura, proiezione de “I giganti”), il produttore e autore Omar Rashid e la giuria quest’anno formata dalla regista Wilma Labate(Arrivederci Saigon, La mia generazione, Signorina Effe), dal produttore del gruppo Groenlandia, Andrea Paris (Smetto quando voglio) e dalla montatrice nominata agliOscar per La vita è bellaSimona Paggi e molti altri. 

Festival e rassegne

Corto Dorico Film Fest prosegue le sue importanti collaborazioni internazionali e nazionali e dopo lo Zebra Poetry Film Festival di Berlino, quest’anno il focus sarà su una delle realtà europee più interessanti per quanto riguarda il cinema corto contemporaneo: la Spagna. 11 saranno i cortometraggi indipendenti scelti, tutti programmati al Festival L’Alternativa di Barcellona. Inoltre Corto Dorico Film Fest incontrerà giovedì 9 alle ore 11.00 (online in diretta facebook e youtube)il Porretta Cinema con una conversazione tra Luca Elmi, direttore artistico di Porretta Cinema e Luca Caprara, co-direttore artistico di Corto Dorico moderato da Joana Fresu de Azevedo, membro del direttivo nazionale AFIC. 

Ad anticipare l’apertura sarà l’incontro online con lo sceneggiatore e regista Francesco Bruni (3 dicembre), conosciuto ai più per aver diretto il film Scialla! (Stai sereno) con cui ha vinto il David di Donatello e il Nastro D’Argento come Miglior regista esordiente ma che in realtà ha collaborato alle sceneggiature di moltissimi film di Paolo Virzì (OvosodoCaterina va in cittàIl capitale umano e tantissimi altri), Mimmo Calopresti, Francesca Comencini, Ficarra e Picone e in tv a Il commissario Montalbano. L’appuntamento virtuale fa parte del ciclo “L’ora di cinema – in classe con” in cui un protagonista del cinema italiano risponde a domande e curiosità dei ragazzi di alcuni licei del capoluogo marchigiano. 

Le novità

IL PITCHING – Con il progetto “Shorts for My Future”, Corto Corico Film Fest diventa sempre più completo scegliendo di occuparsi anche di pitching, in collaborazione con l’Accademia del cinema Renoir e Road to Pictures Film. Il pitching è il momento in cui gli autori/registi con i propri progetti incontrano il mercato, ovvero i produttori (cinematografici e televisivi) cercando di convincerli in pochi minuti della bontà della loro idea al fine di valutarne il possibile finanziamento e la successiva realizzazione. Gli incontri si svolgeranno a partire da martedì 7 dicembre alle ore 15.30 nella Sala delle Polveri alla presenza di Ciro D’Emilio, regista e direttore artistico dell’Accademia del cinema Renoir e, a seguire, si svolgerà la masterclass di pitching che sarà tenuta dallo sceneggiatore Ezio Abbate(Suburra – la serie, I Diavoli). 

IL CINEMA VR – Corto Dorico Film Fest guarda al futuro diventando sempre più punto di riferimento per le novità e la sperimentazione in collaborazione con Rai Cinema Channel con il supporto dell’Università Politecnica delle Marche. A partire da domenica 5 dove ci saranno, alle ore 17 (Sala Boxe della Mole), una serie di incontri e proiezioni per gli appuntamenti di Dorico Virtuale a cura del produttore Omar Rashid. Si comincerà con “Vulcano” con la voce di Valentina Lodovini per poi proseguire alle 21.30 con “Segnale d’allarme – la mia battaglia vr” di Omar Rashid ed Elio Germano con Elio Germano (riproposto fino all’8 dicembre, sempre alle ore 21.30). Lunedì 6 dicembre alle ore 18.00 (sempre alla Sala Boxe) “La regina di cuori” di Thomas Turolo con Beatrice Vendramin, Maria Sole Pollio e Giuseppe Battiston e musiche di Aka 7even. Martedì 7 dicembre, a partire dalle 17.00, sarà la volta di “Lockdown 2020 – l’italia invisibile” di Omar Rashid con le voci di Matilde Gioli e Vinicio Marchioni. Chiuderà la rassegna il mercoledì 8 Dicembre il cortometraggio VR Free di Milad Tangshir, contenuto in realtà virtuale realizzato all’interno del carcere “Lorusso e Cotugno” di Torino.

L’omaggio a Tovoli

Corto Dorico ha il piacere e l’onore di omaggiare uno dei più grandi direttori della fotografia della storia del cinema: Luciano Tovoli. Eclettico, colto, innovatore, Tovoli e la sua luce hanno “illuminato” una delle epoche più straordinarie del nostro cinema e non solo. A scandire l’omaggio, nella giornata di domenica 5, la presentazione del libro “Suspiria e dintorni: conversazione con Luciano Tovoli” scritto da Piercesare Stagni e Valentina Valente (ore 17.30 alla Sala delle Polveri) e la proiezione di due capolavori che l’hanno visto protagonista come direttore della fotografia: “Suspiria”, nell’edizione restaurata curata dallo stesso Tovoli (ore 18.30 all’Auditorium) e “Professione: reporter” (alle ore 21.15 all’Auditorium). Alla presenza di Luciano Tovoli e Daniele Ciprì.

I diritti umani

Oltre alla forte collaborazione con Amnesty, da sempre il Festival volge uno sguardo attento sui diritti umani. In questa edizione più che mai con un evento speciale in cartellone per giovedì 9 dicembre (in anteprima regionale) alle ore 19 all’Auditorium, la proiezione del film “Let’s kiss. Franco Grillini, storia di una rivoluzione gentile” di Filippo Vendemmiati, alla presenza del regista e di Grillini e in collaborazione con Arcigay Comunitas Ancona. Altro evento speciale in programma per il giorno successivo, il 10, per la Giornata dei diritti umani (altra anteprima regionale) sarà la proiezione alle 18, sempre all’Auditorium, di “Flee” di Jonas Poher Rasmussen candidato per la Danimarca agli Oscar come miglior film straniero. 

Premi e concorsi

Tutti i premi, i concorsi, le sezioni, le proiezioni e le collaborazioni di Corto Dorico Film Fest, i corti e i film saranno protagonisti nel corso delle giornate presso la Mole Vanvitelliana ad Ancona mentre gli incontri virtuali si potranno vedere sulla pagina Facebook di Corto Dorico e sul canale Youtube di ArgoWebTv.

Nella serata finale di sabato 11 dicembre, come da tradizione, si decreteranno i vincitori della XVIII edizione del Corto Dorico Film Fest

Sarà proprio in occasione della finale che la giuria si riunirà in presenza nell’incontro alle ore 19.30 assieme ai co-direttori artistici Daniele Ciprì e Luca Caprara, alla Sala delle Polveri. 

Sono in tutto 25 i corti scelti per le quattro sezioni principali: Corto Slam (semifinale)e Finalissima per il concorso nazionale, Short on rights /A Corto di diritti (semifinale) e Short on Rights /A Corto di diritti (finalissima) per il concorso internazionale in collaborazione con Amnesty International. 

Sono 6 i corti selezionati per la Finalissima (sabato 11 ore 21.15, Auditorium): I miei occhi di Tommaso AcquaroneLa tecnica di CRIC(Clemente de Muro, Davide Mardegan); Ambasciatori di Francesco RomanoLia di Giulia ReginiU figghiu di Saverio TavanoLe buone maniere di Valerio Vestoso più il vincitore di Corto Slam.

Mentre sono 8 per il concorso Corto Slam che si potranno vedere sabato 4 dicembre alle ore 21.15 all’Auditorium alla Mole Vanvitelliana (tra questi corti selezionati, il più votato dal pubblico durante la serata finale di Corto Dorico, entrerà a far parte della finalissima): Being my mom di Jasmine Trinca; Tropicana di Francesco Romano; Shero di Claudio Casale; Big di Daniele Pini; Taxiderman di Rossella Laeng; The nightwalk di Adriano Valerio; L’avversario di Federico Russotto; Corpo e aria di Cristian Patanè.

Per il Premio Amnesty International “Short on Rights/A Corto di Diritti” (venerdì 10 dicembre all’Auditorium), dedicato ai cortometraggi internazionali che trattano temi legati ai diritti umani i selezionati per la Finalissima che si potranno vedere sono 6: The kicksled choir di Torfinn Iversen, God’s daughter dances di Sungbin Byun, Near our border di Martina Troxler, Masha di Krzysztof Chodorowski, US MX di Joseph O. Hooten, più il vincitore della semifinale. 
Sono 5 i corti scelti per la semifinale (domenica 5, ore 11, Auditorium Mole Vanvitelliana) tra questi corti selezionati, il più votato dal pubblico entrerà a far parte della serata finale del concorso internazionale “Short on rights”/ “A Corto di diritti” e sono: Store Policy di Sarah Arnold, Memories of Crossing di Alberto Segre, We Will Be the Greatest di Jelena Vujović, Belarusian di Óscar Enríquez, Burned di Fatemeh Mohammadi e 7th of August di Michał Bolland.