Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Corsa per sistemare i bagni pubblici al Passetto. Vietato scendere alla Grotta Azzurra

Il primo cittadino, per tutelare la pubblica incolumità, ha ordinato la chiusura temporanea, lunedì e martedì prossimo, del sentiero che da via Panoramica scende alla battigia

ANCONA- Sole e temperature alte, la stagione estiva sta prendendo il via e il Comune di Ancona si affretta a sistemare spiagge e servizi per garantire la massima fruibilità ai bagnanti. Dopo il ripascimento al Passetto, nella spiaggia cittadina è la volta della rifunzionalizzazione dei bagni pubblici. Quello posto sotto la scalinata di accesso all’arenile è parzialmente inutilizzabile in quanto la doccia e il lavandino sono rotti, mentre la guaina della copertura è deteriorata. Per quanto riguarda invece i bagni pubblici attigui al locale di pronto soccorso, pur essendo fruibili, versano in cattive condizioni e necessitano di vari interventi di manutenzione straordinaria: sostituzione di tutte le porte interne con altre su misura ed adeguate ad ambienti bagnati, sistemazione di alcuni sanitari, sistemazione della porta di accesso e così via. «Durante la stagione estiva queste strutture sono molto utilizzate ed è necessario che quanto prima siano tutte completamente fruibili» si legge nella determina firmata dal dirigente, Arch. Giacomo Circelli. Ad eseguire i lavori sarà la l’impresa Provelco Srl di Cingoli per un importo complessivo di 7.076 euro.

I bagnanti che amano andare al mare alla Grotta Azzurra, dovranno pazientare un paio di giorni. Il sindaco Valeria Mancinelli ha firmato un’ordinanza che vieta l’accesso al pubblico al sentiero da via Panoramica e dalla spiaggia nelle giornate del 4 e del 5 giugno. Il primo cittadino, per tutelare la pubblica incolumità, ha ordinato la chiusura temporanea, lunedì e martedì prossimo, del sentiero che da via Panoramica scende alla battigia in prossimità della Grotta Azzurra, per consentire le operazioni tecniche necessarie per gli approfondimenti peritali sulle strutture e i sui consolidamenti eseguiti sul tratto di falesia in zona Cardeto. Il sentiero in questione è stato riaperto al transito delle persone nel 2014,dopo i lavori di messa in sicurezza e consolidamento della falesia.

Stradello Grotta Azzurra

«A seguito di causa rg. 1880/2015 il Tribunale Ordinario ha disposto l’effettuazione di una serie di operazioni tecniche peritali sulle strutture di consolidamento e tirantatura del tratto di falesia del Monte Cardeto soprastanti al sentiero pedonale che da via Panoramica raggiunge la ‘Grotta Azzurra”, invitando il Comune di Ancona a presidiare in modo adeguato la sicurezza dei luoghi precludendo l’accesso al pubblico durante le prove» si legge nell’ordinanza. Nel provvedimento si specifica anche che, se il divieto non sarà rispettato, saranno applicate le norme previste dal codice penale. «Il Comando Polizia Municipale e la Forza Pubblica sono incaricati di fare rispettare il presente provvedimento e di provvedere alla automatica segnalazione alla Autorità Giudiziaria in caso di inottemperanza alla presente ordinanza provvedendo, con proprio personale, al presidio dei luoghi in maniera permanente per l’intero periodo delle lavorazioni».

A settembre e a dicembre 2017, lo stradello che da via Panoramica scende alla Grotta Azzurra era stato interdetto al transito delle persone a causa della caduta di grossi massi staccatesi dalla falesia.