Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Coronavirus nelle Marche: due decessi, terapie intensive stabili e positivo il 23,19% dei tamponi

Entrambe le vittime avevano patologie pregresse. Negli ospedali salgono a 253 i ricoveri, 26 più di ieri, dei quali 26 sono nelle terapie intensive. In isolamento domiciliare 170 positivi in più rispetto alla giornata di ieri

L'ospedale regionale di Torrette
L'ospedale regionale di Torrette, ad Ancona

ANCONA – Due nuove vittime legate al coronavirus, terapie intensive stabili e 238 nuovi positivi nelle Marche, un 23,19% dei tamponi testati (1.026).  Una percentuale in crescita rispetto alla giornata di ieri, quando era risultato positivo il 21,78% dei test eseguiti (tamponi molecolari). A segnare il maggior numero di contagi è la provincia di Ancona.

Nelle ultime 24 ore sono decedute due persone: un uomo di 67 anni, residente ad Ascoli Piceno, spentosi all’ospedale di Fermo e un uomo di 85 anni residente ad Appignano del Tronto, deceduto anche lui al nosocomio di Fermo. Entrambe le vittime avevano patologie pregresse. Dall’inizio dell’emergenza sono 1.006 i decessi. 

Negli ospedali marchigiani salgono a 253 i ricoveri (26 più di ieri) dei quali  quali 187 sono nei reparti non intensivi, 40 nei semi intensivi e 26 in terapia intensiva, 15 a Torrette, 1 al Salesi in terapia intensiva neonatale, 5 a Marche Nord e 5 a San Benedetto del Tronto. Vuote le aree di post-acuzie e semi-intensiva. Nelle strutture territoriali ci sono 54 ospiti, tutti a Campofilone. Dimessi e guariti crescono e arrivano a quota 6.752. Il numero dei positivi in isolamento domiciliare sale a 3.669 (170 più di ieri) mentre quello dei contatti in isolamento sale a 7.821, 272 dei quali sono operatori sanitari.

Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 1.061 tamponi: 1.026 nel percorso nuove diagnosi e 35 nel percorso guariti. Dei 238 nuovi positivi, rilevati nel percorso nuove diagnosi, 25 sono in provincia di Macerata, 150 in provincia di Ancona, 19 in provincia di Pesaro Urbino, 15 in provincia di Fermo, 18 in provincia di Ascoli Piceno e 11 fuori regione.

I casi rilevati comprendono 29 soggetti sintomatici, 75 contatti in setting domestico, 5 rientri dall’estero (Perù e Bangladesh), 56 casi di contatti stretti di casi positivi, 10 casi registrati nel setting lavorativo, 8 contatti in ambiente di vita/divertimento, 6 casi rilevati nel setting assistenziale, 12 in quello scolastico/formativo e 2 casi riscontrati nello screening realizzato in ambito sanitario. Di 35 casi si stanno effettuando le indagini epidemiologiche. Il bilancio dei positivi dall’inizio dell’emergenza sale a quota 11.678.