Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Coronavirus: via libera agli Ospedali Riuniti di Ancona alla sperimentazione del farmaco anti-artrite

Sarà usato inizialmente su un gruppo di 30 pazienti con polmonite interstiziale multifocale da Covid-19. Caporossi: «Non lasciamo nulla di intentato per combattere questa epidemia»

ANCONA – È via libera agli Ospedali Riuniti di Ancona alla sperimentazione del Tocilizumab, il farmaco anti-artrite reumatoide che sta mostrando risultati incoraggianti contro la polmonite da Coronavirus. Il farmaco, già usato in via sperimentale in Cina e in alcuni ospedali italiani, verrà impiegato per i pazienti affetti da polmonite interstiziale multifocale da Covd-19, causa di ricovero in terapia intensiva e di morte.

La sperimentazione partirà su 30 pazienti fra Rianimazione, Medicina Subintensiva, Dipartimento di Malattie Infettive. «Sulla scorta delle esperienze di altri ospedali italiani siamo partiti decisamente con questa sperimentazione e faremo tutto il possibile per portare a sintesi i dati e i risultati ottenuti – commenta il direttore generale degli Ospedali Riuniti di Ancona Michele Caporossi – Non lasciamo nulla di intentato per combattere questa epidemia».

La sperimentazione verrà condotta in collaborazione con L’Azienda Marche Nord e coinvolgerà tutte le unità operative interessate nella gestione di questi pazienti. I risultati preliminari dello studio sono attesi fra alcune settimane e verranno condivisi con tutta la comunità degli scienziati e dei clinici che si occupano di questa emergenza sanitaria.
Il farmaco Tocilizumab viene messo a disposizione gratuitamente dall’azienda produttrice Roche.