Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ritirano il cibo da asporto al ristorante, clienti multati e denunciato il titolare

Gli agenti della Polizia Locale hanno sorpreso il ristoratore e altre due persone mentre violavano le misure restrittive imposte per limitare la diffusione del Coronavirus

Controlli della Polizia locale ad Ancona

ANCONA -Vanno al ristorante per prelevare il cibo da asporto, ma vengono sorpresi dalla Polizia Locale. È accaduto ieri sera 3 aprile ad Ancona, dove due clienti del locale sono stati sorpresi dagli agenti mentre ritiravano il cibo. Nonostante la normativa per limitare la diffusione del Coronavirus sia chiara e consenta esclusivamente la consegna del cibo a domicilio, un ristoratore anconetano, contravvenendo alle regole, aveva consentito nel suo locale la vendita da asporto in stile drive-in, tanto da promuovere  addirittura su Facebook questa modalità di ritiro dei piatti ordinati.

Il cibo da asporto

Peccato però che al momento dell’asporto oltre ai clienti c’era anche la Polizia Locale. Intorno alle 19:30 gli agenti hanno fermato due auto che stavano attendendo l’asporto e così hanno potuto sorprendere il cameriere mentre usciva dal locale per consegnare il cibo.

I due automobilisti sono stati multati per 400 euro ciascuno, mentre per il proprietario del locale è scattata la denuncia alla Prefettura. Il ristoratore rischia la sospensione della licenza per un periodo dai 5 ai 30 giorni.