Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

“Pizzicati” nell’area di servizio alle 3 di mattina, raffica di sanzioni per violazione del coprifuoco

I carabinieri del Norm hanno passato al setaccio il centro e l'hinterland di Ancona elevando multe per il mancato rispetto delle misure anti covid. Controllati anche 12 esercizi commerciali del centro, risultati tutti in regola

carabinieri

ANCONA – Raffica di sanzioni per violazione delle misure contro il covid-19 ad Ancona. I carabinieri del Norm nelle ultime 48 ore hanno passato al setaccio il centro e l’hinterland del capoluogo, nell’ambito dei controlli disposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Ancona per verificare l’osservanza delle norme covid. 

Sotto la lente di ingrandimento dei militari dell’Arma sono finite in particolare alcune aree del territorio: fra queste Corso Carlo Alberto, via Garibaldi, Piazza d’Armi, Corso Amendola, via Bixio, via Alpi e via Flaminia.

Quindici le sanzioni elevate, 13 per violazione del coprifuoco e 2 per ubriachezza molesta. Nella notte, intorno alle 3 di mattina, i carabinieri hanno sorpreso due persone in un’area di servizio, lungo la Strada Provinciale 2, tra Camerano e Ancona, che ai militari hanno raccontato di essere uscite dal lavoro e di essersi intrattenute al distributore di benzina per fare carburante e per acquistare viveri.

Nei confronti dei due, il conducente dell’auto e il suo passeggero, è scattata la sanzione prevista,  per violazione dell’orario del coprifuoco, aumentata di un terzo perché sorpresi alla guida. 

Ad essere fermate sono state anche altre 11 persone, di età compresa tra i 20 e i 30 anni, che sono state sorprese camminare a piedi oltre l’orario del coprifuoco, che scatta alle 22 e si protrae fino alle 5 di mattina. Il dispositivo di controllo del Comando Provinciale Carabinieri di Ancona, ha schierato sul campo 18 pattuglie che hanno identificato 143 persone e controllato 191 veicoli, elevando una dozzina di sanzioni nei confronti di automobilisti indisciplinati.

Le violazioni rilevate dai militari dell’Arma al codice della strada hanno riguardato soprattutto l’uso del telefonino alla guida, l’eccesso di velocità, il mancato uso delle cinture di sicurezza e il passaggio con semaforo rosso.

Eseguite anche 5 perquisizioni personali e 7 interventi per segnalazione veicoli sospetti, giunte al centralino del 112. I carabinieri hanno poi controllato anche 12 esercizi commerciali del centro cittadino, i quali sono risultati tutti in regola. I controlli proseguiranno anche nel weekend.