Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Conero, gruppo di argentini naufraghi: tratte in salvo 9 persone, tra loro un bambino di 1 anno

Un gruppo di 9 turisti argentini è stato tratto in salvo dall'idroambulanza Cri al largo delle Due Sorelle e della spiaggia dei Gabbiani. Un intervento lungo reso complicato dal vento

I soccorsi al largo del Conero

ANCONA – Nove turisti di origine argentina sono stati soccorsi al largo della costa del Conero in seguito al naufragio di due imbarcazioni. Gli operatori polivalenti del salvataggio in acqua, soccorritori specializzati della Croce Rossa Italiana, sezione di Ancona, sono accorsi per salvare un gruppo di turisti che viaggiavano a bordo di imbarcazioni diverse, provenienti da Porto Potenza. Tra i turisti tratti in salvo, c’è anche un bambino di un anno. 

Un soccorso lungo e difficoltoso, reso complicato dal forte vento e dal mare mosso. L’intervento dell’idroambulanza della Cri è avvenuto questa mattina intorno alle 11,30 quando i soccorritori hanno notato al largo della spiaggia delle Due Sorelle, a Sirolo, due naufraghi in mare, vicino un’imbarcazione che stava affondando. Subito sono scattate le operazioni di soccorso.

Il personale Cri ha provveduto alle manovre di recupero e di messa in sicurezza dei naufraghi. Sul posto gli operatori del salvataggio hanno appreso che quella non era l’unica barca in difficoltà: ce n’era infatti anche una seconda nei pressi della costa davanti alla spiaggia dei Gabbiani.

Un momento dei soccorsi

Immediati anche in questo caso i soccorsi. Una volta sul posto il personale Cri ha tratto in salvo altri quattro naufraghi adulti più un bambino di un anno: il gruppetto aveva trovato riparo a seguito del naufragio della loro imbarcazione.
I naufraghi sono stati portati a bordo dell’idroambulanza con un particolare dispositivo di galleggiamento, che ha reso la manovra più semplice e sicura considerato il forte vento.

Altri due naufraghi erano stati già messi in sicurezza da un’altra imbarcazione privata, che li ha poi lasciati nelle mani dei soccorritori. L’intervento, iniziato dal personale Cri, è stato condotto in collaborazione con la Guardia Costiera, che ha successivamente raggiunto il luogo del naufragio.

I 9 turisti  sono stati portati al porto di Numana e fortunatamente,. grazie alla tempestività dei soccorsi, nessuno di loro ha avuto bisogno dell’ospedalizzazione.