Ancona, ecco il nuovo consiglio comunale: il Pd perde uno scranno, i Verdi ne guadagnano uno

Oltre a Diego Urbisaglia, entra anche l'ecologista Michele Polenta. Ciò a discapito del Partito democratico che da passa da 14 a 13 scranni. Perde quindi un consigliere, Sandra Gambini, il cui ingresso era legato alla conferma di Stefano Foresi assessore

L'aula del Consiglio Comunale di Ancona

ANCONA- La composizione del nuovo consiglio comunale presenta già delle sorprese. La prima arriva dai Verdi che, a differenza delle assegnazioni iniziali, avranno non uno ma due scranni. Oltre a Diego Urbisaglia, entra anche Michele Polenta. Ciò a discapito del Pd che da passa da 14 a 13 scranni. Perde quindi un consigliere, Sandra Gambini, il cui ingresso era legato alla conferma di Stefano Foresi assessore.

«Il grande risultato ottenuto da Valeria Mancinelli è conseguenza di un ottimo lavoro svolto, ma anche di una visione politica aperta ad una coalizione ampia e plurale che ha abbandonato la sindrome di autosufficienza del PD- commenta Gianluca Carrabs Coordinatore Nazionale dei Verdi Italiani-. Di fatto gli alleati hanno realizzato un ottimo risultato, più del 13%, dando un grande slancio alla coalizione. I Verdi con il 4,3% e l’elezione dei consiglieri Diego Urbisaglia e Michele Polenta rappresentano un risultato importante per garantire l’attuazione delle politiche ecologiste. Si candidano a pieno titolo a governare la città in un progetto organico della coalizione guidata dalla Mancinelli. L’ecologia non è un lusso per i ricchi, ma una necessità per tutti. Programmare un nuovo modello di sviluppo non è più rinviabile e la città dorica ha le giuste dimensioni per sperimentare in maniera applicata modelli funzionali».

La verifica dei voti assegnati ridisegna quindi la composizione del consiglio comunale. I 20 scranni della maggioranza sono così distribuiti: 13 seggi per il Pd, 2 per i Verdi, 3 per la lista Ancora X Ancona, 2 per Ancona Popolare. Alla minoranza vanno 12 scranni:4 per il Movimento 5 Stelle, 3 per la Lega, 2 per la lista 60100, 1 per Forza Italia, 1 per Fratelli d’Italia e 1 per Altra Idea di Citta. L’altra sorpresa arriva dal consigliere eletto di Fratelli d’Italia, Carlo Ciccioli. Il portavoce regionale di FDI annuncia l’intenzione, dopo una prima fase in consiglio, di lasciare il testimone al giovane Angelo Eliantonio, segretario comunale di Fratelli D’Italia, secondo più votato della lista.