Cocaina da Roma per liberi professionisti, in manette un anconetano

Dopo il trafficante trovato in possesso di 23 ovuli di cocaina provenienti da Santo Domingo e da Barcellona e lo spacciatore, questo è il terzo arresto per droga in tre giorni

Nella foto: V.Q.A. Carlo Pinto e l'Ispettore delle Volanti, Franco Pechini

ANCONA- Preso un altro trafficante di cocaina. Questa volta a finire in manette un anconetano di 55 anni, ex ambulante, che approvvigionava il mercato della droga nella zona del Piano. La cocaina proveniva da Roma, dove l’uomo andava 3-4 volte al mese per fare “rifornimento”. La sostanza bastava a coprire la richiesta dei pusher e dei clienti, soprattutto liberi professionisti, per una, massimo due settimane. É stato arrestato questa notte dai poliziotti della Squadra Mobile, Sezione Narcotici, diretti dal V.Q.A. Carlo Pinto. Gli investigatori lo hanno atteso al casello di Ancona Sud. L’uomo a bordo della Mercedes è stato fermato di rientro da Roma. All’interno del portabagagli, sotto la ruota di scorta i poliziotti hanno trovato un involucro di cocaina. Un etto e mezzo di sostanza purissima che preparata avrebbe quadruplicato la quantità e immessa sul mercato avrebbe fruttato 15mila euro. Il cinquantacinquenne viveva nella stanza di un motel, lì i poliziotti hanno trovato bicarbonato e materiale per preparare e confezionare la droga.

Dopo il trafficante domenicano trovato in possesso di 23 ovuli di cocaina provenienti da Santo Domingo e da Barcellona e lo spacciatore marocchino, questo è il terzo arresto per droga in 3 giorni. Fermati quindi i due canali di approvvigionamento della città. Il domenicano e l’anconetano vendevano al dettaglio: preparavano la droga poi la vendevano ai pusher. Il 55enne riforniva anche persone di conoscenza diretta, liberi professionisti, persone che lavorano in banca e rivenditori di negozi d’auto. Sono sempre più numerosi i giovani che fanno uso di droghe, cominciano con le leggere per poi passare a quelle più pesanti. L’attività delle Polizia di prevenzione  e repressione del traffico di stupefacenti ha dato importanti risultati. La Sezione Antidroga della Squadra Mobile in un anno ha sequestrato nell’anconetano: 1450 grammi di cocaina, 350 grammi di eroina, 6 kg di hashish, 1.900,00 kg di marijuana, 50 grammi di mdma, 150 boccette di metadone clorodirato, 150 ml di olio di hashish e 25 gr di oppiacei. Inoltre sono stati sequestrati 230 euro falsi e 25mila euro provento dell’attività di spaccio. Sono stati smaltiti in un inceneritore di Teramo: 250kg di eroina, 2000kg di marijuana, 800kg di hashish.