Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Cocaina da Barcellona e Santo Domingo, trafficante in manette

Intorno alle 12, ieri, martedì 11 aprile, poliziotti si sono appostati sotto casa della nonna dell'uomo in zona Piano ad Ancona. Il giovane da giorni era sorvegliato dagli investigatori per l’importazione in Italia di una presunta partita di droga

ANCONA- Trafficava cocaina da Barcellona e da Santo Domingo, 24enne domenicano in manette. Ad arrestarlo subito dopo la celebrazione della Festa della Polizia, gli stessi poliziotti premiati della Squadra Mobile, sezione Antidroga. Intorno alle 12, insieme ad altri colleghi si sono appostati sotto casa della nonna del trafficante, in zona Piano. Il giovane da giorni era attenzionato dagli investigatori per l’importazione in Italia di una presunta partita di droga. Tolta l’alta uniforme da cerimonia, gli agenti hanno indossato delle tute da lavoro per sembrare degli operai. Con uno stratagemma, hanno finto di dover riparare una finestra dell’abitazione dove in quel momento si trovava il trafficante in visita a sua nonna.

Il domenicano, sentiti dei rumori provenire dall’esterno, si è affacciato alla finestra. I poliziotti allora, ne hanno subito approfittato per bloccarlo e fare irruzione in casa passando dalla finestra della camera da letto. Perquisita l’abitazione, dopo un’ora e mezzo di ricerche, gli investigatori hanno trovato in cantina un secchio del “mocio” contenete una busta trasparente con all’interno 23 ovuli di cocaina purissima per oltre 3 etti, ancora da tagliare. Sul mercato avrebbe fruttato oltre 35.000 euro. 

Ovuli di cocaina nascosti nel mocio
(Foto: Polizia di Stato)

Il giovane per trasportare la droga- proveniente da Santo Domingo, suo paese d’origine e da Barcellona, dove ha la residenza in pianta stabile- l’ha confezionata  e suddivisa in 23 ovuli, dopo di che, l’ha ingerita.

Gli agenti della Mobile hanno sequestrato anche un bilancino di precisione necessario per il confezionamento in dosi della cocaina. Una volta aperti gli ovuli, il ragazzo avrebbe “tagliato” la sostanza e aggiunto manitolo. In questo modo i 3 etti di cocaina purissima sarebbero diventati oltre un chilo. Durante le fasi concitate dell’arresto, la nonna è tornata a casa e nel vedere il nipote in manette ha avuto un malore. La donna è stata prontamente rianimata dal personale della Polizia e successivamente affidata al personale medico del “118”, poi trasportata all’ospedale di Torrette. L’operazione di Polizia è stata interamente coordinata dalla Dott.ssa Irene Bilotta, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Ancona. Il trafficante domenicano si trova rinchiuso nel carcere di Montacuto.

Ovuli di cocaina
(Foto: Polizia di Stato)