Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona, cocaina nei bicchieri: denunciato un operaio

Nel corso di una perquisizione domiciliare gli agenti hanno recuperato 6 involucri contenenti in tutto 10 grammi di cocaina destinata allo spaccio

ANCONA – Controlli nel fine settimana contro lo spaccio di droga nel capoluogo. L’attività si è svolta nell’ambito dei servizi disposti dal Questore di Ancona, su indicazione del prefetto Pellos, in sede di Riunione Tecnica di Coordinamento con i vertici delle Forze dell’Ordine. Nel corso di questa attività, la squadra antidroga ha eseguito una perquisizione domiciliare a carico di un operaio anconetano, attenzionato dagli investigatori per le sue frequentazioni con assuntori di sostanze stupefacenti

I poliziotti, hanno aspettato che l’uomo rincasasse e, appena lo hanno visto arrivare, hanno proceduto ad una perquisizione personale e domiciliare.

All’interno di un mobile della cucina, nascosti dentro dei bicchieri, gli agenti hanno rinvenuto 6 involucri contenenti in tutto 10 grammi di cocaina. Nel corso della perquisizione è stato rinvenuto e sequestrato anche altro materiale atto al confezionamento dello stupefacente quale, un bilancino di precisione, ritagli di cellophane e anche un etto di sostanza da taglio.

L’uomo è stato deferito alla competente Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona in merito al reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Nell’ultimo semestre la Polizia di Stato, in diverse operazioni di Polizia Giudiziaria, nell’ambito del territorio di Ancona e provincia ha deferito all’A.G. in stato di arresto oltre 20 persone per il reato di detenzione ai fini di spaccio e circa 25 sono state quelle denunciate in stato di libertà per il medesimo reato.

Si rammenta che dall’inizio dell’anno scolastico, proprio al fine di prevenire il minuto spaccio in prossimità delle scuole, personale del Gruppo Cinofili di Ancona, insieme al Poliziotto di Prossimità, svolge un servizio dedicato all’entrata e all’uscita da scuola, nonché durante la ricreazione, per garantire la sicurezza degli studenti.