Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

“Ancona Città Aperta”: un’esplorazione non convenzionale dei tesori della città

Sabato 11 novembre, Sineglossa Creative Ground organizza un'insolita visita ad Ancona. Requisiti fondamentali: lo smartphone carico e un po' di voglia di camminare

ANCONA – «Benvenuto ad Ancona, una città dove non c’è mai nulla da fare. O almeno così dicono». Con queste parole l’organizzazione marchigiana Sineglossa Creative Ground ha scelto di descrivere l’evento di sabato 11 novembre: “Ancona Città Aperta – esplorazione esperienziale della città”. Parole un po’ provocatorie, certo, ma che arrivano dritto al punto: l’evento conclude infatti un progetto omonimo dedicato ai giovani, la cui missione è collezionare, raccontare e restituire i luoghi emotivi di Ancona, una città che – per chi non la conosce – spesso appare ostica e impenetrabile, in modo che i suoi nuovi abitanti possano imparare a chiamarla “casa”.

Oltre a Sineglossa, innovativa organizzazione artistica e culturale, il progetto si avvale del cofinanziamento della Regione Marche e del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, e ha visto la collaborazione dell’Università Politecnica delle Marche, dell’Associazione Studentesca Gulliver, del Comune e di Wishot Lab. Ora si è conclusa la formazione artistica che ha coinvolto quindici anconetani under 35 ed è giunto il momento di presentare i contenuti prodotti: si tratta di fotografie e poesie, create con la supervisione di un team di artisti, dedicate ai luoghi del cuore della città e alle esperienze ad essi legati.

«I nostri progetti di formazione non mirano soltanto a formare nuovi artisti –  dichiara Alessia Tripaldi, che per Sineglossa coordina le attività di formazione e ricerca – per noi le competenze artistiche sono strumenti per connettere le persone, per acquisire una nuova visione del mondo, che sia quello dell’arte, dello studio o del lavoro. Nel caso di Ancona Città Aperta l’arte è stata il grimaldello per aprire Ancona, come uno scrigno, consegnando ai giovani studenti i suoi tesori nascosti».

Le opere create dagli allievi di Ancona Città Aperta sono confluite nell’app multimediale Artwalks, distribuita agli studenti dell’Università Politecnica delle Marche (e scaricabile da qualunque dispositivo Android e IOS), assieme a una mappa cartacea, che rende accessibili i tesori emotivi di Ancona. L’app, gratuitamente scaricabile, è stata inoltre selezionata per il prestigioso catalogo ADI Design Index 2017. L’evento esplorerà alcuni dei luoghi chiave individuati dal team degli allievi; lungo il cammino i partecipanti saranno guidati attraverso una serie di peculiari esperienze creative, finalizzate a svelare un punto di vista non convenzionale sulla città di Ancona. L’appuntamento per chiunque voglia lanciarsi in questa insolita esplorazione della città è sabato 11 novembre, alle 14.30 in Piazza Cavour. Requisiti fondamentali: lo smartphone carico e un po’ di voglia di camminare.