Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona, gran successo per l’asta delle maglie di Paolino Giampaoli per l’ospedale di Torrette

Nel nosocomio la consegna delle magliette ad alcuni dei "vincitori" dell'iniziativa nata dal giornalista dorico e che ha raccolto più di 3mila euro. Il messaggio video del sindaco Mancinelli

Asta di Paolino Giampaoli
Si è tenuta questa mattina la cerimonia conclusiva dell'asta di Paolino Giampaoli per Torrette

ANCONA- Si è conclusa questa mattina, giovedì 4 giugno, dinanzi alle scalinate dell’ospedale di Torrette, l’iniziativa di beneficenza promossa da Paolino Giampaoli a favore della struttura ospedaliera anconetana. Il giornalista dorico, grande tifoso biancorosso, ha messo all’asta le maglie ufficiale dei calciatori in suo possesso raccogliendo più di 3000 euro che sono stati donati in beneficenza. Nell’ultimo atto odierno, le magliette sono state consegnate ai “vincitori” in una cerimonia abbastanza ristretta a cui, comunque, hanno partecipato anche medici, infermieri, Oss e volontari. Dopo la prefazione del direttore generale della struttura Michele Caporossi, che ha parlato anche di Covid-19 e di come è stato affrontato, si è passato alla consegna materiale.

I medici presenti alla consegna delle maglie

«Tutta l’iniziativa è andata benissimo, sono molto soddisfatto. Il direttore Caporossi ha voluto elogiare il mio spirito collaborativo e non posso che esserne orgoglioso. La maglia che ha permesso di raccogliere più fondi è stata quella della Juventus di Cristiano Ronaldo messa a disposizione dal dottor Vincenzo Felici. Ci tengo a ringraziare anche il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli che non è potuta venire ma che ha mandato un video messaggio di saluto», ha detto il giornalista.

Ecco cosa ha detto Valeria Mancinelli

Intanto, nella serata di mercoledì 3 giugno, anche la Curva Nord Ancona ha voluto omaggiare la struttura ospedaliera di Torrette attaccando uno striscione di ringraziamento per tutti coloro i quali hanno combattuto il Covid-19 in prima linea: “Il nostro ringraziamento a chi in prima linea ha lottato… con il pensiero a chi ci ha lasciato”.