Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

CasaPound si prepara alle comunali: «Vogliamo partecipare con la nostra lista e candidato sindaco»

Lamona: «Il tempo a nostra disposizione non è molto e la nostra comunità è relativamente giovane. Nonostante ciò crediamo che l’obiettivo delle 350 firme sia alla nostra portata»

Il segretario nazionale di CasaPound Simone Di Stefano e il candidato Emanuele Mazzieri (Foto: CasaPound)
Il segretario nazionale di CasaPound Simone Di Stefano e il candidato Emanuele Mazzieri (Foto: CasaPound)

ANCONA- I candidati sindaco ad Ancona potrebbero essere cinque. La battaglia elettorale rivela sorprese: CasaPound ha infatti annunciato di voler continuare l’impegno per la città e quindi di voler partecipare alle elezioni comunali del 10 giugno con una sua lista e con suo candidato sindaco.

«Abbiamo deciso di raccogliere le firme necessarie per presentarci alle prossime elezioni comunali di Ancona, con una nostra lista e un nostro candidato a sindaco- afferma Andrea Lamona, responsabile regionale di CasaPound. Il tempo a nostra disposizione non è molto e la nostra comunità è relativamente giovane. Nonostante ciò crediamo che l’obiettivo delle 350 firme sia alla nostra portata, visto che CasaPound ha raccolto centinaia di voti ad Ancona alle elezioni politiche dello scorso 4 marzo».

Dunque, lo scenario elettorale potrebbe cambiare. A sfidare Valeria Mancinelli, candidata del centrosinistra nonché sindaco uscente; Stefano Tombolini, candidato del centrodestra e consigliere uscente della lista civica 60100; Francesco Rubini, candidato di Altra Idea di Città e consigliere uscente di Sel-Abc e Daniela Diomedi, candidata del Movimento 5 Stelle (manca ancora l’ufficialità da Roma) e consigliere uscente potrebbe esserci anche un esponente di CasaPound.