Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona, Capodanno tra Pala Gozzi e concerto in streaming. Marasca: «In città bellezza e luce»

Il 2020 si chiuderà con la proiezione su tre chiese del capolavoro di Tiziano, mentre il 1° gennaio spazio alla musica con l'Orchestra dei Fiati

L'assessore alla Cultura Paolo Marasca e la Pala Gozzi tornata nella Pinacoteca civica
L'assessore alla Cultura Paolo Marasca e la Pala Gozzi tornata nella Pinacoteca civica

ANCONA – A causa delle norme anti-covid che bloccano le manifestazioni in piazza, l’Amministrazione organizzerà un Capodanno alternativo per salutare il 2020 e accogliere il nuovo anno. Il 2020 si chiuderà con la proiezione su tre chiese cittadine della Pala Gozzi di Tiziano, mentre il primo gennaio ci sarà il concerto in streaming dell’Orchestra dei Fiati.

«Negli ultimi anni – dichiara Paolo Marasca, assessore alla Cultura – il capodanno di Ancona ha visto sul palco di piazza del Papa Cosmo, Colapesce, Apres la Classe, Maria Antonietta, Meganoidi e djs del territorio, con il coordinamento di Eve-Il Capodanno di Ancona. Ora, chiudiamo il 2020 in maniera diversa: per l’anno in cui non è possibile riunirsi in piazza ad ascoltare buona musica, popoliamo la città di bellezza e di luce con le proiezioni su tre chiese cittadine della Pala Gozzi di Tiziano, per festeggiare i 500 anni di questo meraviglioso dipinto, e riempiamo le case di musica nel pomeriggio del primo gennaio con il concerto in streaming dal Teatro delle Muse dell’Orchestra dei Fiati, organizzato come sempre dalla Partecipazione democratica del Comune di Ancona. Luce e musica, per sentirsi vicini, mentre ricordiamo l’assenza improvvisa di molte e molti e ci occupiamo dei più fragili. Una capitale della cultura è anche questo curarsi degli altri, e non lasciare nessuno indietro. In attesa del prossimo concerto, che verrà».

Alle ore 15 del primo gennaio, dal Teatro delle Muse di Ancona, sarà ETV (canale 12) a trasmettere il concerto dell’Orchestra dei Fiati di Ancona, diretta dal maestro Mirco Barani, arricchito dalla bella voce del soprano Alessandra Capici. Questo il programma: G.Rossini La gazza ladra – sinfonia, L. Anderson A Christmas festival, E.Morricone C’era una volta il west, L. Bernstein West side story, C.François e P.Anka My way, Arr. Naiboro/B.Goodman Memories, E.Morricone Sharan dream, A. Marquez Danzon.

Proiezione della Pala Gozzi sulla chiesa del Sacramento

Le proiezioni sulle tre chiese cittadine sono state accese nei giorni scorsi, in occasione dei 500 anni della pala d’altare “Sacra conversazione” (Pala Gozzi, olio su tavola), capolavoro di Tiziano custodito nella Pinacoteca comunale di Ancona, e saranno visibili fino al 17 gennaio, dalle ore 16 alle 22. Le proiezioni interessano la chiesa di san Domenico in piazza del Papa, la chiesa del Sacramento in piazza della Repubblica e la chiesa dei Santi Pellegrino e Teresa in piazza del Senato, sulle cui pareti compaiono dettagli, immagini e riproduzioni in altissima definizione del dipinto.

Il progetto è possibile grazie alla collaborazione tra Comune di Ancona, Dipartimento Distori Heritage dell’Univpm e Stark, società marchigiana leader nella produzione di grandi eventi e sistemi multimediali, già partner Ferrari, che sta permettendo a tutti di godere della bellezza della Pala in un allestimento scenografico di grande effetto, realizzato con la regia creativa dei Visual Designer Paolo e Alex Buroni. Come aveva detto nei giorni scorsi Paolo Buroni (Stark), «per noi è un privilegio poter valorizzare un capolavoro artistico come la Pala Gozzi. Per i suoi 500 anni, realizzeremo un racconto scenografico che spettacolarizzerà il valore artistico intrinseco di quest’opera straordinaria attraverso un percorso concettuale per immagini che si svilupperà nel cuore di Ancona».